Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

L’impiego di acqua e sale per la salute è antichissimo: già 6.000 anni fa, in India, erano noti gli effetti terapeutici del sale cristallino dell’Himalaya. Ma perché proprio acqua e sale? Ogni vita proviene dal mare, e i nostri fluidi corporei rispecchiano tuttora la loro origine: in fin dei conti, siamo fatti di acqua e sale, e il nostro corpo ha bisogno proprio degli elementi e delle vibrazioni in essi racchiusi per poter sopravvivere.
Il sale naturale contiene quasi tutti gli 84 elementi di cui è composto il nostro corpo, ed è quindi indispensabile per il nostro metabolismo. Quando parliamo di sale, invece, la maggior parte delle persone oggi pensa al sale da cucina, un “regalo” dell’era dell’industrializzazione: dal sale naturale, cioè, vengono eliminati ben 82 elementi, in modo che rimangano solo sodio e cloro!

Disciolto nell’acqua, il sale cristallino nella sua forma ionizzata è immediatamente disponibile per l’organismo, ed è in grado di compensare un eventuale deficit di energia. Spesso le malattie insorgono quando i nostri fluidi corporei perdono energia, o meglio perdono ordine e struttura. La soluzione idrosalina aumenta il livello energetico e ristruttura l’acqua delle nostre cellule. Grazie a questa caratteristica è in grado di dare un impulso verso la guarigione in diversi disturbi: è straordinariamente utile per sciogliere depositi di acidi, tossine e metalli pesanti e per armonizzare il bilancio acido-basico. Con il sale cristallino, inoltre, sono stati ottenuti ottimi risultati nel trattamento delle malattie respiratorie. Applicazioni di soluzione idrosalina sono altresì indicate per la cura di malattie della pelle e nei trattamenti cosmetici, e la loro efficacia è da tempo riconosciuta anche dalla medicina tradizionale. In questo campo le possibilità di impiego sono pressoché illimitate, qui di seguito troverete un suggerimento per il benessere di tutto il corpo.

Il bagno di Cleopatra
Cleopatra conosceva bene gli effetti curativi di latte e miele, che si integrano meravigliosamente con quelli del sale cristallino. Il lattosio favorisce la formazione di collagene ed elastina, i lipidi contenuti nel latte sono idratanti, e il miele fornisce fitoestrogeni rimodellanti.

Ingredienti:
– circa 400 g di sale cristallino
– 2 cucchiai da tavola di miele biologico
– 2 litri di latte intero fresco
– 3 gocce di olio di rosa
– eventualmente una manciata di petali di rosa biologici, freschi o essiccati.

Riempite per un quarto la vasca da bagno e lasciate sciogliere per mezz’ora il sale cristallino, aggiungete il miele, riempite la vasca, poi aggiungete il latte e l’olio di rose. Chi ama il lusso, può aggiungere i petali di rose. Un vero piacere! La temperatura dell’acqua non dovrebbe superare i 37, 38° C. Durata del bagno: 20 minuti.

Letture per approfondire:

 

 

 

 

Disponibile anche in EBOOK!

1 comment

Trackbacks & Pingbacks

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.