Pran Mudra 0
in Corpo Yoga e ayurveda

Pran Mudra

PER CIASCUNA MANO: unite le punte del pollice, dell’anulare e del mignolo. Le altre dita rimangono distese. Utilizzate questo mudra quando ne avete bisogno, da 5 a 30 minuti, oppure praticatelo regolarmente tre volte al giorno per 15 minuti. Il Pran Mudra attiva il chakra della radice, in cui è immagazzinata la forza elementale dell’essere umano, un fuoco che arde intensamente, oppure che semplicemente emette un bagliore silenzioso. L’intensità del fuoco dipende da quanto ce ne prendiamo cura. Questa posizione delle dita stimola l’energia di nutrimento alla base del bacino.

Secondo Kim da Silva, quando eseguite il Pran Mudra potete anche mettere il pollice sulle unghie delle altre due dita, invece che sulla punta, con l’effetto di attivare in modo uniforme gli emisferi destro e sinistro del cervello in modo reciproco e complementare, un effetto molto importante per la salute olistica. Generalmente il nervosismo è un sintomo di debolezza, di troppa distrazione e scarsa stabilità interiore. Il Pran Mudra, insieme a una respirazione consapevole, lenta e dolce, ha l’effetto di stabilizzare e calmare, come un’ancora di sicurezza.

Immaginate di essere un albero. Se vi risulta difficile, create di fronte a voi l’immagine di un albero. Mentre inspirate, osservate l’energia che scorre dentro le radici e poi le radici che diventano più spesse e si allungano. Mentre espirate, lasciate che la forza scorra nel tronco, per poi risalire attraversando la chioma ed elevandosi molto al di sopra dell’albero, nel cielo e verso il sole. Più le radici si allargano, più la chioma si espande. La stessa cosa si applica a noi, alla nostra esistenza, al modo in cui agiamo e a quello che abbiamo.

Affermazione

Io ho un sano appetito per le piccole e grandi avventure della vita. Io digerisco le sfide con grande piacere e gioia.

Letture per approfondire:

 

 

 

 

 

 

 

Il potere dei mudra è disponibile anche in EBOOK!

Redazione

Summary
Pran Mudra
Article Name
Pran Mudra
Description
PER CIASCUNA MANO: unite le punte del pollice, dell’anulare e del mignolo. Le altre dita rimangono distese. Utilizzate questo mudra quando ne avete bisogno, da 5 a 30 minuti, oppure praticatelo regolarmente tre volte al giorno per 15 minuti. Il Pran Mudra attiva il chakra della radice, in cui è imm...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

…E dopo i cenoni, mi depuro!

Ricette: moringa, il superalimento degli dei

Meditazione fisica per la salute dello stomaco e dell’intestino

Omeopatia per bambini: il raffreddore

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

Scrub zucchero, mandorle e miele

Lo yoga come gioco per bambini

I tipi costituzionali dell’Ayurveda: Pitta, il tipo Fuoco

Ricette: marmellate, sott’oli e chutney con la frutta e la verdura invernali

Yin Yoga, lo yoga dolce e i suoi benefici

Videointervista con Alida Dal Degan a SANA 2014

Regole e consigli per essicare al meglio frutta e verdura

Le punture d’insetto

Esercizio pratico di felinità

Il sale marino, elisir di lunga vita

Alimenti fermentati per conservare i valori nutrizionali del cibo

Pulizie naturali: il bucato

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Cure naturali per il raffreddore

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

Il cioccolato: gusto e salute

Che cos’è e come si svolge la respirazione pranayama

Dimagrire con l’intestino

Giochi per cani “buoni o cattivi”

Esercizio: tecnica veloce di automassaggio cinese

I mudra: cosa sono e come si eseguono

La respirazione naturale con la tecnica Alexander

Il bisfenolo: c’è ancora pericolo?

Disintossicarsi da metalli pesanti, tossine e inquinanti

Sei Vata, Pitta o Kapha? Scopri i tipi costituzionali dell’Ayurveda

L’efficacia del Nordic Walking

10 buone regole per esporsi al sole (per l’abbronzatura perfetta)

L’esame della lingua nelle medicine orientali

Mudra per la schiena

Le piante utili al giardiniere

Siamo tutti disidratati?

Uttarabodhi Mudra

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (terza parte)

Lo zucchero, un dolce veleno

L’intolleranza al glutine nei bambini

Esercizio: la respirazione naturale

10 buoni motivi per esporsi al sole (abbronzatura a parte…)

Ganesha Mudra

Che cos’è e a cosa serve l’oil pulling

EFT, tecniche di liberazione emozionale

Gluten Sensitivity: la sindrome da sensibilità al glutine

Le ore degli organi: guadagnare in salute e vitalità grazie ai ritmi corporei

Purificarsi col respiro

Pulizie naturali: LA CUCINA

Kubera Mudra

Pulizie domestiche: addio ai detersivi!

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

I tipi costituzionali dell’Ayurveda: Kapha, il tipo Acqua

Diventare vegani: a ciascuno la sua ricetta!

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

Bicarbonato di sodio: carta di identità

La birra, protagonista del Saint Patrick’s Day

Il massaggio con gli oli essenziali

Dal russamento all’apnea del sonno: le conseguenze per la salute

Pulizie naturali: IL BAGNO

Dermatite seborroica, forfora e capelli grassi, nemici di una chioma splendente

Cosa sono le onde elettromagnetiche?

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

Disintossicazione d’autunno

Il massaggio californiano: l’arte del tocco

Il cane: il corretto inserimento in famiglia

Space clearing: ripulire la casa, ripulire la mente

Attività per bambini da fare al coperto

Alimentazione e cancro: la dieta della prevenzione

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Carenza di minerali, una delle cause principali dell’acidosi

Contrazioni, contratture o crampi alle gambe? Ecco la soluzione

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

La camminata veloce: la corretta andatura

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Ricette: la colazione vegan

Ayurveda, purificazione con Kichadi

Il potere creativo della sessualità

Fai ordine nella tua vita quando ti trasferisci

Naga Mudra

Un massaggio rilassante

Ayurveda, la scienza dell’autoguarigione | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Ricette: formaggi vegan

La forza nel freddo | Wim Hof

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.