Insonnia e meditazione 0
in Psiche ed emozioni Spiritualità

Insonnia e meditazione

La meditazione, secondo moltissimi studi, pare ormai essere la tecnica energetica per eccellenza per affinare e perfezionare il sonno. La meditazione funziona perché permette alla mente di rallentare e calmarsi. Praticata regolarmente, aiuta a diventare consapevoli dei pensieri inutili, a distaccarsi da loro, a rallentarli, riducendo così il rumore e il brusio interiore. Una volta che diventiamo consapevoli dell’inutilità dei nostri pensieri e quando siamo in grado di osservarli da fuori, invece che immergerci in loro e farci sopraffare, possiamo scegliere di sostituirli con pensieri più utili.
È solo quando ho iniziato a meditare che ho veramente capito cosa significava dormire bene. Da molti anni raccomando la meditazione ai miei pazienti e sono stata più volte testimone della trasformazione positiva del loro sonno, dei loro livelli di energia e del loro benessere”, racconta nel suo libro Notti in bianco addio l’autrice, Nerina Ramlakhan.
La meditazione è conosciuta da tempo immemorabile, ma nel mondo occidentale è diventata popolare solamente negli anni Sessanta. Molte pratiche di meditazione sono basate su antiche filosofie, ma possono essere adattate e applicate anche oggi. In effetti, forse è proprio qui che la meditazione può fornire i maggiori benefici: nel mondo rumoroso e pieno di informazioni di oggi.
La parola meditazione deriva da due termini latini: meditari (pensare, rimuginare, esercitare la mente) e mederi (guarire). L’equivalente sanscrito ‘medha’ significa saggezza. Meditare significa osservare il processo del pensare, diventarne consapevole, accettarlo e permettere che avvenga guidandolo gentilmente e focalizzando la nostra attenzione su qualcos’altro, come la respirazione o un mantra. La meditazione consiste principalmente nel lasciarsi andare, accettando quello che avviene nella nostra mente, tranquillizzando e rilassando il nostro essere. In breve, tutti gli ingredienti essenziali per un sonno profondo e ristoratore.

Perché la meditazione influisce in questo modo sul sonno?
Ci sono molte prove basate su studi neurofisiologici approfonditi che dimostrano come la meditazione migliori notevolmente la qualità del sonno grazie all’impatto positivo sulla respirazione e sul sistema nervoso. Sembra anche che la meditazione agisca direttamente sul cervello, di fatto ‘scolpendolo’ e modificando la sua struttura e i suoi collegamenti. La cosa più significativa è che, se praticata regolarmente, la meditazione sembra sviluppare dentro di noi quel nucleo interiore di pace e sicurezza così essenziale per poter dormire bene.

Come iniziare a praticarla?
Prima di tutto dovremmo frequentare un buon corso. Ci sono moltissimi tipi di meditazione. Tuttavia, per iniziare, ecco una semplice tecnica tratta proprio da Notti in bianco addio:

Meditazione di cinque minuti
Trovati un posto tranquillo dove sai che nessuno ti disturberà per cinque minuti. Siediti e chiudi gli occhi. È meglio se non usi la musica. Porta la tua attenzione sulla respirazione e osserva il ritmo del tuo respiro.
Diventerai consapevole dei pensieri che ti attraversano la mente, ma continua a riportare l’attenzione sul respiro. È importante che tu non cerchi di bloccare i tuoi pensieri, ma piuttosto che li osservi senza farti coinvolgere. Lasciali venire e andare. Se un pensiero domina la tua mente, limitati a osservarlo e poi nota come il pensiero successivo arriva e sostituisce quello attuale.
Continua per alcuni minuti. Limitati a osservare i tuoi pensieri che si formano come bolle e poi passano. Ogni volta che ti sentirai coinvolto in un pensiero, distaccatene delicatamente e osservalo. Aspetta che affiori il prossimo pensiero. Se questo ti aiuta a concentrarti più facilmente, cerca di sussurrare mentalmente e dolcemente la parola DENTRO quando inspiri e FUORI quando espiri.
In alternativa, potresti scegliere una parola tua, come CALMA o PACE. Molte pratiche di meditazione prevedono l’assegnazione di un mantra personale su cui concentrarsi. Continua a seguire il tuo respiro o a ripetere la tua parola per cinque minuti. Se durante questo lasso di tempo hai bisogno di aprire gli occhi per controllare l’ora, fallo e poi richiudi gli occhi e continua la meditazione. Al termine dei cinque minuti, tieni gli occhi chiusi e concediti un minuto o due per tornare dolcemente alla piena coscienza con gli occhi aperti.
Quando hai finito di meditare, evita di rituffarti immediatamente nelle attività della giornata, ma cerca di mantenere lo stato di rilassamento acquisito.

 

 

 

Redazione

Summary
Insonnia e meditazione
Article Name
Insonnia e meditazione
Description
La meditazione, secondo moltissimi studi, pare ormai essere la tecnica energetica per eccellenza per affinare e perfezionare il sonno. La meditazione funziona perché permette alla mente di rallentare e calmarsi. Praticata regolarmente, aiuta a diventare consapevoli dei pensieri inutili, a distaccar...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Le nostre convinzioni possono guarirci?

Saper riconoscere le proprie emozioni

Mindfulness per super mamme in cinque minuti

Il senso di colpa

Anche l’occhio vuole la sua parte

Attenti ai manipolatori!

La mente è il corpo

Come esprimere la collera in maniera costruttiva

Divieto di scarico!

Shakti, album antistress da colorare

Capo Molti Trofei

IL CANTO ARMONICO di ROBERTO LANERI

Scienza e meditazione

Imparare a dire no

Messaggio per tutto il mondo…

Cos’è la meditazione trascendentale?

Il perfezionismo: dal desiderio di far bene all’ossessione

Ecco perché ingrassiamo quando siamo stressati

Control freak: le personalità controllanti

I fantasmi di un amore passato

Simboli dei sogni: GLI ANIMALI

La mente subconscia e il potere del cambiamento

La pratica della meditazione e la rivoluzione della coscienza

Il saggio e la morte

Tiziano Terzani e “il trucco della candela”: la meditazione come via di conoscenza e di vera libertà

Stress? Impara a coccolarti e ritrova la tua serenità mentale

Tao Te Ching: il libro della Via

Quando ci mettiamo in gabbia da soli…

Preghiera per l’Amore di don Miguel Ruiz

Videointervista a Gloria Germani, autrice di Tiziano Terzani: la forza della verità

I sogni ricorrenti: cosa sono e il loro significato

Meditazione e risveglio spirituale

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Innamorarsi sempre delle stesse persone: i copioni inconsci

La dipendenza affettiva: quando l’amore fa soffrire

Mudra, la danza delle mani

La paura

Riconoscere la violenza psicologica

La mia vita con i maestri himalayani, di Swami Rama

Il Toxoplasma, parassita che influenza il comportamento di uomini e topi

Cos’è lo stress e come ridurlo

I sette veli: unità e separazione nella visione degli Indiani d’America

Meditare con i Mandala 2

Un autosabotatore: il silenzio

Tiziano Terzani, un saggio dei nostri tempi

Esercizio pratico di felinità: sorridi!

Il cuore dell’universo – meditazione

Concentrarsi sul presente: una vera e propria terapia di Mindfulness

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Slow life: apprezzare il cammino, oltre che la meta

Il lutto: perdita ed elaborazione

Meditare con i Mandala 4

Perché incontro sempre l’uomo sbagliato?

Che cos’è la felicità?

Se il fallimento fosse una possibilità? | Pema Chödrön

Tantra yoga: sessualità e liberazione

Avere successo in amore: elogio della vulnerabilità

Annamalai Swami: tutta la felicità viene dal Sé

Canto armonico, intervista e video di Roberto Laneri

L’ansia e la mente catastrofica

La profondità e bellezza della Ribhu Gita

Koan zen: la cultura interiore di Ta-t’zu

Le principali piante medicinali per attacchi di panico

Simboli dei sogni: LA VITA E LA MORTE

L’interpretazione dei sogni

Il libro della vita di Jiddu Krishnamurti

Trasforma otto emozioni letali in emozioni sane – recensione su La mente mente

San Patrizio: il trifoglio, il verde, il folletto e l’arcobaleno

Camminare verso la Pace

Il significato psicosomatico delle malattie

Conversazioni con Ramana Maharshi, dal diario di Annamalai Swami

Meditazione: nuovi studi scientifici ne dimostrano l’efficacia

Amore e dipendenza affettiva

Vajrapradama mudra: sicurezza di sé

Meditare con i Mandala

La Grazia del Guru 1986-2016 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Il segreto delle guarigioni eccezionali

Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha

Mindfulness in famiglia: meno crisi e più serenità!

La meditazione camminata, un esercizio di mindfulness da praticare ovunque

La nostra destinazione è qui e ora

I sogni ci comunicano informazioni preziose

Liberarsi dalle ripetizioni familiari negative

Come funziona l’intuizione

Simboli dei sogni: LE PARTI DEL CORPO

Lo sciamano: guida e guaritore | Nicolás Pauccar Calcina

Come combattere la depressione stagionale

Meditare con i Mandala 3

Viaggi nel tempo: realtà o illusione?

Come si manifesta la depressione

Trova il tuo sorriso interiore

La forza delle emozioni

Scopri chi sei con gli archetipi della tua personalità

Esercizio di sofrologia: dalla contrazione alla decontrazione

I pensieri ci fanno ammalare?

Gli autosabotatori

Storia zen: nessun attaccamento alla polvere

Doris Lessing: testimonianze da un’anima forte

L’amore incondizionato per noi stessi | don Miguel Ruiz Jr.

Esercizio di meditazione per superare un lutto

L’arte della fusione con l’altro

Intervista a Nirodh Fortini

L’adolescenza, un’identità in rivoluzione

Meditazione camminata: presentazione e incontro con Volker Winkler

In ordine di nascita: il primogenito

Sii ciò che sei, Ramana Maharshi – 1988 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Prima della coscienza, Nisargadatta Maharaji | 30 anni con Edizioni Il Punto d’Incontro

Che “emisfero” siamo?

Racconto: un monaco riconosce l’illusione della vita

Coloring book, gli album anti-stress da colorare

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. Le principali piante medicinali per attacchi di panico - Liberi di Leggere

    […] sedative in caso di disturbi nervosi, isterismo, stati d’ansia, palpitazioni cardiache e insonnia. Prendere una tazzina di infuso al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.