Che tipo di messaggero sei? 0
in Maestri e insegnamenti

Che tipo di messaggero sei?

Hai mai notato che siamo tutti messaggeri? Tutti noi usiamo la parola per dare forma alle nostre opinioni, per esprimere il nostro punto di vista. Usiamo costantemente la parola per consegnare e ricevere messaggi a chi ci sta intorno, e anche a noi stessi. La domanda è: che genere di messaggi trasmettiamo? Trasmettiamo la verità o trasmettiamo bugie? Trasmettere bugie è il nocciolo del problema, perché tutti i conflitti (sia i conflitti interiori che quelli tra esseri umani) sono il risultato del credere a delle bugie e del trasmettere bugie.
Il mondo è popolato da miliardi di messaggeri, ma che genere di messaggeri sono? La risposta è ovvia. Ne vediamo le conseguenze. La maggior parte degli esseri umani sulla terra non hanno idea che le parole abbiano il potere di creare. Non sanno da dove arriva il potere della parola, quindi le parole hanno potere su di loro.
Che tipo di messaggero sei? Lascia semplicemente che questa domanda vada direttamente nel tuo cuore, dove percepisci il significato e l’intendo dietro a ogni parola. Che genere di messaggio stai trasmettendo ai tuoi bambini, alle persone che ami, ai tuoi fratelli, ai tuoi genitori, a tutti coloro che ti circondano? Sei un messaggero di pettegolezzi e bugie? Sei a tuo agio con tutti i drammi che scaturiscono dal fatto di credere a delle bugie? È questo quello che condividi con chi ti sta intorno? È questo quello che insegni ai tuoi bambini?
Stai sempre trasmettendo un messaggio a chi ti circonda, ma soprattutto stai sempre trasmettendo un messaggio a te stesso. Quale messaggio? Questo messaggio è il più importante, perché influenza tutta la tua vita. Come tratti te stesso? Sei gentile con te stesso? Ti rispetti? Ti piaci? Che tipo di vita stai creando per te stesso? Sei felice o stai soffrendo? Se stai soffrendo, se nella tua vita ci sono tragedie e ingiustizie, allora non sei impeccabile con la parola. Tutte le voci nella tua testa stanno distorcendo il tuo messaggio. Che tipo di messaggio trasmetterai alle persone che ami di più se i messaggi che trasmetti a te stesso ti stanno guidando verso la sofferenza?
Immagina di star parlando con un muro. Non aspettarti una risposta. Il muro non può sentire quello che stai dicendo. Tu invece puoi iniziare a vedere l’impatto delle tue parole su tutto ciò che ti circonda. Parlando con un muro, il tuo messaggio diventa molto chiaro. Dopo, l’importanza di essere impeccabile con la parola diventa ovvia.
Ora usa la tua immaginazione per vedere che tipo di messaggi ti trasmettono gli altri nella tua vita. Le persone ti hanno sempre mandato dei messaggi, e tu li hai sempre recepiti. In che modo tutti questi messaggi ti hanno influenzato? Tra tutti i messaggi che hai ricevuto, con quanti sei stato d’accordo e li hai fatti tuoi? Quanti di questi messaggi stai ancora trasmettendo? Se stai trasmettendo il messaggio di qualcun altro, di chi è questo messaggio?
Cosa fa la differenza nei messaggi che trasmetti? La risposta è la consapevolezza. Sii consapevole del tipo di messaggi che hai ricevuto e trasmesso nel corso della tua vita. Una volta che diventi consapevole del genere di messaggi che stai trasmettendo,e del genere di messaggi che gli altri ti stanno inviando, il tuo punto di vista cambierà completamente. Arriverà il momento in cui vedrai chiaramente l’effetto delle tue parole, l’effetto delle tue azioni, l’effetto della tua presenza sugli altri. Vedrai esattamente che tipo di messaggero sei, e vedrai chiaramente che tipo di messaggeri sono gli altri.
Una volta che diventi consapevole del potere della parola, puoi cambiare il mondo in cui comunichi con te stesso e con gli altri. Magari hai usato male la parola perché eri innocente, perché non eri consapevole. Ma una volta che diventi consapevole non puoi più proclamarti innocente. Sai esattamente quello che stai facendo, e qualunque cosa tu stia facendo è perfetta, ma ora è una tua decisione; è una tua scelta.
Ora la domanda diventa: che genere di messaggio scegli di trasmettere? Verità o bugie? Amore o paura? Noi scegliamo di trasmettere un messaggio di verità e d’amore. Tu cosa scegli?

– Don Miguel Ruiz

Summary
Che tipo di messaggero sei?
Article Name
Che tipo di messaggero sei?
Description
Hai mai notato che siamo tutti messaggeri? Tutti noi usiamo la parola per dare forma alle nostre opinioni, per esprimere il nostro punto di vista. Usiamo costantemente la parola per consegnare e ricevere messaggi a chi ci sta intorno, e anche a noi stessi. La domanda è: che genere di messaggi tras...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Intervista a don Miguel Ruiz e a don José Ruiz

Trasformare le esperienze in saggezza | La via del guerriero di pace

Una leggenda pellerossa

Tiziano Terzani, un saggio dei nostri tempi

Tiziano Terzani: la forza della verità – Presentazione

La libertà personale

Le erbe purificanti degli Indiani d’America

Don Miguel Ruiz: la mia vita è una preghiera continua

Wallpaper: il reale non può essere distrutto

Tao Te Ching: il libro della Via

Giveaway: Calendario pellerossa 2015

Ecco i vincitori del giveaway del Calendario pellerossa 2015

Esercizio di consapevolezza con don Miguel Ruiz

Conversazioni con Ramana Maharshi, dal diario di Annamalai Swami

Lasciar cadere le maschere

Preghiera della vecchiaia – Wintu

Ecco i vincitori del giveaway di Amare ciò che è

Se il fallimento fosse una possibilità? | Pema Chödrön

Nisargadatta Maharaj: l’illuminazione non esiste

La meditazione – Racconto indiano

Che cos’è la felicità?

La Grazia del Guru 1986-2016 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

L’amore in 10 frasi

Gli obiettivi dell’io

Tao Te Ching – capitolo I

Il bambino e il mago – recensione su La mente mente

Storia di Pasqua

Ananda Moyi Ma

Don Miguel Ruiz: video della conferenza stampa a Milano 7/10/2012

I 36 stratagemmi

Il saggio e la morte

Amare ciò che è

L’addomesticamento secondo don Miguel Ruiz

Videointervista a Gloria Germani, autrice di Tiziano Terzani: la forza della verità

Il ritorno del guerriero di pace di Dan Millman

I pensieri sono amici

Felicità – Racconto sufi

Koan zen: la cultura interiore di Ta-t’zu

Prima della coscienza, Nisargadatta Maharaji | 30 anni con Edizioni Il Punto d’Incontro

Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha

Il sentiero dell’amore, il sentiero della paura

L’uomo che non credeva nell’amore, di don Miguel Ruiz

Storia zen: nessun attaccamento alla polvere

Lo sciamano: guida e guaritore | Nicolás Pauccar Calcina

Intervista a Don Miguel Ruiz: “L’arte tolteca della vita e della morte”

Camminare verso la Pace

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su La mente mente

L’amore incondizionato per noi stessi | don Miguel Ruiz Jr.

La padronanza dell’amore

Sii ciò che sei, Ramana Maharshi – 1988 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Sai che gli alberi parlano? 1992 | 30 anni di Edizioni il Punto d’Incontro

Cos’è la meditazione trascendentale?

La saggezza dimenticata dei “nonni”

Il libro della vita di Jiddu Krishnamurti

Tiziano Terzani e “il trucco della candela”: la meditazione come via di conoscenza e di vera libertà

Preghiera per l’Amore di don Miguel Ruiz

Come l’ape ebbe il suo pungiglione (leggenda Cherokee)

Don Miguel Ruiz – L’umanità è malata

Lascia che ogni rapporto si sviluppi nel suo modo unico

Canto della Notte dei Navajo

La via – Racconto zen

Annamalai Swami: tutta la felicità viene dal Sé

Con gli occhi dell’amore, trovi il rapporto perfetto

L’amore è l’opposto della paura

Don Miguel Ruiz: preghiera per la Verità

La mia vita con i maestri himalayani, di Swami Rama

La Bhagavad Gita: un tesoro che trascende il tempo e lo spazio

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su Nuove pagine

Sai Baba, il santo di Shirdi

I cinque livelli dell’attaccamento, Don Miguel Ruiz Jr

Giveaway: Amare ciò che è

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.