La padronanza dell’amore 0
in Maestri e insegnamenti

La padronanza dell’amore

Molte persone credono di sapere ciò che sono. Diciamo ‘io sono un essere umano, sono un uomo o una donna’, e descriviamo tutte queste caratteristiche basate sulle nostre convinzioni. Ma ciò che accade in realtà è che quando siamo bambini, prima della conoscenza – prima di “sapere” – tutti ci dicono quello che siamo. Nostra madre ci dice ciò che siamo, e dal momento che siamo innocenti siamo d’accordo e ci crediamo. Ma ciò che ci dice nostra madre è ciò che pensa di noi. E nostro padre proietta un’altra immagine di noi, e ancora siamo d’accordo. I nostri fratelli, le nostre sorelle, la televisione, tutti ci dicono ciò che siamo, e noi siamo d’accordo.
E non solo. Ci dicono anche ciò che dovremmo essere e che invece non siamo. E crediamo anche a questo. Cerchiamo a tutti i costi di diventare ciò che vogliono che siamo e ci esercitiamo, ci esercitiamo, ci esercitiamo perché siamo molto spaventati di non essere abbastanza bravi per qualcun altro. Abbiamo così tanta paura di essere rifiutati, che agli altri non piaccia ciò che facciamo, il modo in cui ci vestiamo, il modo in cui parliamo, mangiamo, ciò che crediamo. Ci sforziamo di essere qualcuno che venga accettato ovunque vada e infine cerchiamo di renderci accetti a noi stessi. Creiamo un’immagine di perfezione – un ritratto di quello che crediamo di dover essere – ma sappiamo che non siamo quell’immagine.
Ci sforziamo di fare tutto il possibile per ripulire la voce del nostro giudice interiore – cerchiamo di essere perfetti per nostro marito o nostra moglie, per il maestro, il guru, la religione, sapendo che questo non è possibile. Ci hanno insegnato a dire: “Siamo esseri umani, non siamo perfetti. Nessuno è perfetto”.
Siamo perfetti, ma non riusciamo a vederlo. Non siamo consapevoli di ciò che siamo veramente, perché la nostra attenzione è focalizzata su ciò che stiamo cercando di essere. Sentiamo le persone dire: “Ho tanta paura che il vero me un giorno salti fuori e distrugga tutto”. Sai, in un certo senso questo è vero. Se il vero “noi” esce fuori, distruggerà tutte le bugie in cui abbiamo creduto. Quando abbiamo la consapevolezza che non siamo ciò che pensiamo – questo è il primo passo per riscoprire ciò che siamo davvero. E ovviamente la pratica fa il Maestro.
Se ci esercitiamo, diventa un modo di vivere. Essere sempre ciò che siamo e non ciò che vogliamo essere diventa un’abitudine – il mondo così com’è, non nel modo in cui vorremmo o avremmo bisogno che fosse per soddisfare il punto di vista degli altri o le nostre bugie.
Se siamo ciò che siamo davvero, non dobbiamo giustificare più la nostra esistenza. Non abbiamo bisogno di vergognarci perché non siamo come vorrebbero gli altri. Tutto il nostro atteggiamento cambia. Quando sappiamo chi siamo, non vivremo più in conflitto con i nostri genitori, le persone che amiamo o i nostri bambini. Ogni cosa diventa meravigliosa, perché non abbiamo più paura di Amare.
E questa è la cosa più preziosa che possa capitare a chiunque: il ritorno dell’Amore. Perché quando ritorniamo all’Amore, la vita diventa meravigliosa e bellissima. Ogni cosa è così romantica! E vediamo ogni cosa con gli occhi dell’amore. Ci rilassiamo. E non abbiamo più paura di esprimere ciò che siamo realmente e quello che vogliamo dire. Non diciamo più sì quando vorremmo dire no. Viviamo di nuovo la nostra vita con integrità, perché non abbiamo più paura di essere respinti. Non abbiamo bisogno di nessuno.
È un modo stupendo di vivere. Migliorerà tutte le relazioni che avremo, iniziando dalla relazione con noi stessi. Allora, una relazione romantica diventa una cosa meravigliosa perché non abbiamo paura di essere noi stessi e chiedere cosa vogliamo. Non prendiamo più nulla personalmente. Non abbiamo più il bisogno di controllare chi amiamo o di essere controllati da loro. E diventiamo compagni di squadra – non gareggiamo gli uni contro gli altri. È completamente differente.

-Don Miguel Ruiz

Summary
La padronanza dell'amore
Article Name
La padronanza dell'amore
Description
Molte persone credono di sapere ciò che sono. Diciamo 'io sono un essere umano, sono un uomo o una donna', e descriviamo tutte queste caratteristiche basate sulle nostre convinzioni. Ma ciò che accade in realtà è che quando siamo bambini, prima della conoscenza – prima di "sapere" – tutti ci dic...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Intervista a Don Miguel Ruiz: “L’arte tolteca della vita e della morte”

L’amore incondizionato per noi stessi | don Miguel Ruiz Jr.

Intervista a don Miguel Ruiz e a don José Ruiz

Lasciar cadere le maschere

Don Miguel Ruiz – L’umanità è malata

Preghiera per l’Amore di don Miguel Ruiz

L’uomo che non credeva nell’amore, di don Miguel Ruiz

Lo sciamano: guida e guaritore | Nicolás Pauccar Calcina

Una leggenda pellerossa

La saggezza dimenticata dei “nonni”

Koan zen: la cultura interiore di Ta-t’zu

Che cos’è la felicità?

Ecco i vincitori del giveaway del Calendario pellerossa 2015

Il bambino e il mago – recensione su La mente mente

Il ritorno del guerriero di pace di Dan Millman

Il saggio e la morte

Wallpaper: il reale non può essere distrutto

Il libro della vita di Jiddu Krishnamurti

Sai che gli alberi parlano? 1992 | 30 anni di Edizioni il Punto d’Incontro

Tao Te Ching – capitolo I

Tiziano Terzani e “il trucco della candela”: la meditazione come via di conoscenza e di vera libertà

Sai Baba, il santo di Shirdi

Videointervista a Gloria Germani, autrice di Tiziano Terzani: la forza della verità

Felicità – Racconto sufi

Cos’è la meditazione trascendentale?

La mia vita con i maestri himalayani, di Swami Rama

Tiziano Terzani: la forza della verità – Presentazione

Storia zen: nessun attaccamento alla polvere

Trasformare le esperienze in saggezza | La via del guerriero di pace

Se il fallimento fosse una possibilità? | Pema Chödrön

Lascia che ogni rapporto si sviluppi nel suo modo unico

I pensieri sono amici

I cinque livelli dell’attaccamento, Don Miguel Ruiz Jr

Prima della coscienza, Nisargadatta Maharaji | 30 anni con Edizioni Il Punto d’Incontro

Che tipo di messaggero sei?

L’amore è l’opposto della paura

Conversazioni con Ramana Maharshi, dal diario di Annamalai Swami

L’addomesticamento secondo don Miguel Ruiz

Tao Te Ching: il libro della Via

Don Miguel Ruiz: video della conferenza stampa a Milano 7/10/2012

Con gli occhi dell’amore, trovi il rapporto perfetto

La meditazione – Racconto indiano

Amare ciò che è

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su La mente mente

Esercizio di consapevolezza con don Miguel Ruiz

Il sentiero dell’amore, il sentiero della paura

Storia di Pasqua

Giveaway: Amare ciò che è

La Grazia del Guru 1986-2016 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Sii ciò che sei, Ramana Maharshi – 1988 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

La Bhagavad Gita: un tesoro che trascende il tempo e lo spazio

Nisargadatta Maharaj: l’illuminazione non esiste

La libertà personale

Ecco i vincitori del giveaway di Amare ciò che è

Giveaway: Calendario pellerossa 2015

Don Miguel Ruiz: preghiera per la Verità

L’amore in 10 frasi

Gli obiettivi dell’io

Annamalai Swami: tutta la felicità viene dal Sé

La via – Racconto zen

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su Nuove pagine

Come l’ape ebbe il suo pungiglione (leggenda Cherokee)

Camminare verso la Pace

Le erbe purificanti degli Indiani d’America

Tiziano Terzani, un saggio dei nostri tempi

Canto della Notte dei Navajo

Ananda Moyi Ma

I 36 stratagemmi

Preghiera della vecchiaia – Wintu

Don Miguel Ruiz: la mia vita è una preghiera continua

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.