Divieto di scarico! 0
in Psiche ed emozioni

Divieto di scarico!

Pensa per un attimo alla tua prima infanzia. Per molti di noi è stato un periodo di innocenza. Ci divertivamo. Avevamo amici. Ci sentivamo amati e felici.

Ma quel tempo beato è stato ben presto interrotto.

Pensa ai ragazzi che parlavano dietro le tue spalle e ti prendevano in giro o ti criticavano ingiustamente. Ricordi quando ti hanno detto che un amico era arrabbiato con te o che non piacevi più a qualcuno? Quando hai chiesto il perché, non ti è stato spiegato il motivo. Ti sei sentito inerme. Ti sembrava di non poter fare nulla per migliorare le cose. Il potere era in mano altrui.

Crescendo, ti sei augurato che il numero delle persone in grado di farti sentire vulnerabile e mandarti in collera diminuisse. Ma non è andata così. In realtà, è emersa una cerchia più ampia di individui in grado di influenzare negativamente la tua vita. Contrasti con il servizio di assistenza clienti, con impiegati, collaboratori, capi e clienti possono mandare in malora la giornata. Il loro sgradevole comportamento rischia di peggiorare notevolmente la quotidianità. Questo comportamento negativo domina la tua attenzione, lasciandoti spiacevoli conseguenze emotive di cattivi pensieri e sentimenti.

Quante volte permetti alle altrui sciocchezze di cambiare il tuo stato d’animo? O ti fai rovinare la giornata da un pessimo conducente, un cameriere sgarbato, un capufficio privo di tatto o un impiegato insensibile? A meno di non essere un Terminator, probabilmente devi adattarti. Un segno della tua assertività ed elasticità mentale è dato dalla rapidità con cui riporti la concentrazione su ciò che davvero conta nella tua vita.

 

 Legge dello smaltimento rifiuti emotivi
Molte persone somigliano ai camion della spazzatura. Se ne vanno in giro piene di rifiuti, piene di frustrazione, piene di collera, piene di delusione. Man mano che la spazzatura si accumula, cercano un posto in cui smaltirla. E se glielo permetti ti scaricano tutto addosso. Così, quando qualcuno vuole scaricare su di te la sua spazzatura, non farne una questione personale. Sorridi, saluta, auguragli ogni bene e vai avanti. Credimi, sarai più felice.

Quando sei in grado di percepire quei camion nella tua vita e li lasci passare oltre, immediatamente ti senti più felice e mantieni sgombra la tua strada verso il successo. La chiave non è elaborare i rifiuti emotivi – non devi analizzarli, osservarli, discuterli o indugiare su di essi – ma solo farli passare oltre.

Non è nostro dovere assorbire le frustrazioni, le ansie e le delusioni di altri. Non siamo venuti sulla terra per sopportare l’energia negativa di altri individui, né per gravarli della nostra. Dobbiamo mantenere la nostra strada libera da inutili limitazioni e non lasciarci scoraggiare dalle attitudini e azioni negative di altra gente. E non dobbiamo farci ostacolare dalle nostre stesse convinzioni e dai nostri comportamenti controproducenti. Possiamo ottenere felicità e successo concentrandoci su ciò che davvero ha importanza, dal punto di vista personale e professionale.

Tratto da:

Redazione

Summary
Divieto di scarico!
Article Name
Divieto di scarico!
Description
Pensa per un attimo alla tua prima infanzia. Per molti di noi è stato un periodo di innocenza. Ci divertivamo. Avevamo amici. Ci sentivamo amati e felici. Ma quel tempo beato è stato ben presto interrotto. Pensa ai ragazzi che parlavano dietro le tue spalle e ti prendevano in giro o ti criticavano...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Simboli dei sogni: LA VITA E LA MORTE

Anche l’occhio vuole la sua parte

IL CANTO ARMONICO di ROBERTO LANERI

Come funziona l’intuizione

Ecco perché ingrassiamo quando siamo stressati

Come combattere la depressione stagionale

Esercizio di meditazione per superare un lutto

Il senso di colpa

Le principali piante medicinali per attacchi di panico

Control freak: le personalità controllanti

Attenti ai manipolatori!

I sogni ci comunicano informazioni preziose

Simboli dei sogni: GLI ANIMALI

Quando ci mettiamo in gabbia da soli…

In ordine di nascita: il primogenito

Concentrarsi sul presente: una vera e propria terapia di Mindfulness

I sogni ricorrenti: cosa sono e il loro significato

I fantasmi di un amore passato

Il lutto: perdita ed elaborazione

Esercizio pratico di felinità: sorridi!

La mente subconscia e il potere del cambiamento

Canto armonico, intervista e video di Roberto Laneri

Viaggi nel tempo: realtà o illusione?

L’adolescenza, un’identità in rivoluzione

Trasforma otto emozioni letali in emozioni sane – recensione su La mente mente

Il significato psicosomatico delle malattie

Mindfulness per super mamme in cinque minuti

Come si manifesta la depressione

Slow life: apprezzare il cammino, oltre che la meta

La paura

Il Toxoplasma, parassita che influenza il comportamento di uomini e topi

Come esprimere la collera in maniera costruttiva

Che “emisfero” siamo?

Gli autosabotatori

L’ansia e la mente catastrofica

Liberarsi dalle ripetizioni familiari negative

Stress? Impara a coccolarti e ritrova la tua serenità mentale

La dipendenza affettiva: quando l’amore fa soffrire

La mente è il corpo

Simboli dei sogni: LE PARTI DEL CORPO

Riconoscere la violenza psicologica

Avere successo in amore: elogio della vulnerabilità

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Esercizio di sofrologia: dalla contrazione alla decontrazione

Insonnia e meditazione

Imparare a dire no

Perché incontro sempre l’uomo sbagliato?

Intervista a Nirodh Fortini

Le nostre convinzioni possono guarirci?

Un autosabotatore: il silenzio

La forza delle emozioni

L’interpretazione dei sogni

Mindfulness in famiglia: meno crisi e più serenità!

Scopri chi sei con gli archetipi della tua personalità

Amore e dipendenza affettiva

Il segreto delle guarigioni eccezionali

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Il perfezionismo: dal desiderio di far bene all’ossessione

Innamorarsi sempre delle stesse persone: i copioni inconsci

I pensieri ci fanno ammalare?

Saper riconoscere le proprie emozioni

San Patrizio: il trifoglio, il verde, il folletto e l’arcobaleno

Cos’è lo stress e come ridurlo

L’arte della fusione con l’altro

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.