Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici 0
in Benessere e bellezza

Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici

Anche se può apparire un concetto elementare, i cibi e le bevande che consumiamo svolgono un ruolo fondamentale per il nostro benessere emotivo e fisico. Ippocrate diceva: “Lascia che il cibo sia la tua medicina, e la medicina il tuo cibo”. Come molte sagge massime, anche questa continua a essere vera ancora oggi, malgrado il fatto che negli ultimi cento anni abbiamo dimenticato quali siano gli alimenti sani (anzi, nel tentativo di migliorare la nostra salute, abbiamo erroneamente dato la preferenza a cibi e pratiche alimentari nocivi). Qual è dunque il contributo del cibo al miglioramento dell’umore e della mente? Gli alimenti salutari:

  • Contengono informazioni di cui il corpo ha bisogno per equilibrarsi stimolando i geni sani ed eliminando quelli nocivi
  • Forniscono al corpo gli elementi nutritivi e i co-fattori necessari per produrre i neurotrasmettitori e le sostanze chimiche che inducono il buonumore
  • Riducono l’infiammazione nell’organismo, migliorando l’umore
  • Equilibrano il glucosio nel sangue, rendendoci meno soggetti a problemi di umore
  • Consentono all’intestino di eliminare le tossine che ostacolano il funzionamento del sistema nervoso

 

In principio, l’acqua

Un corpo e una mente sani richiedono acqua in abbondanza. Il cervello umano è composto per il 78% da acqua. Quando non abbiamo acqua a sufficienza, le aree cerebrali centrali (ipotalamo, lobo limbico e sistema somatosensoriale) si attivano eccessivamente, creando una reazione di stress e causando malumore.

Poca acqua – Sete – Attivazione dello stress – Malumore

L’acqua è necessaria per portare il triptofano al cervello. Questo aminoacido viene trasformato in serotonina, un importante neurotrasmettitore che ci consente di sperimentare buonumore, di mantenerci fiduciosi, ottimisti e pazienti, e ci aiuta a riflettere bene sulle cose. Corretti livelli di serotonina ci permettono anche di evitare desideri smodati di dolci e carboidrati, che a loro volta ci inducono a eccessi alimentari.

 

Alimenti particolarmente indicati per malumore e depressione

Melagrana
Nel 2004 venne condotto uno studio su femmine di ratto che soffrivano sia di depressione che di bassa densità ossea. Al termine dell’esperimento, quelle a cui era stato somministrato un estratto di melagrana presentarono un netto miglioramento dell’umore e una densità ossea normale. È noto che i semi di questo frutto contengono una certa quantità di estrogeni, chiamati fitoestrogeni, in grado di migliorare il comportamento e rafforzare le ossa. La melagrana può essere un cibo eccellente per le donne in fase postmenopausale che soffrono di depressione e problemi ossei.

Frutta secca al naturale
Consumata per millenni da persone attente alla salute, la frutta secca al naturale è stracolma di salutari acidi grassi, proteine e minerali. È nota la sua capacità di ridurre le infiammazioni. Secondo uno studio, chi ne mangia regolarmente ha livelli ematici più bassi di proteina C reattiva (PCR), un marker di infiammazione strettamente correlato a patologie cardiovascolari.

Inoltre, la frutta secca riduce drasticamente l’interleuchina 6 (IL-6), una molecola che causa infiammazione, e i fattori di aderenza vascolare, che provocano ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni e coaguli. Di solito, PCR e IL-6 sono piuttosto elevate nelle persone depresse. Le virtù della frutta secca sono probabilmente dovute all’alto contenuto di acidi grassi e magnesio. Tra le più salutari, le mandorle, le noci del Brasile, le castagne e gli anacardi.

Buoni grassi e buon pesce
Uno studio riguardante tredici paesi ha rivelato che in quelli con un alto consumo di pesce l’incidenza della depressione è estremamente scarsa.

Vi sono due tipi principali di salutari acidi grassi omega 3 nel pesce, l’eicosapentaenoico (EPA) e il docosaesaenoico (DHA), particolarmente abbondanti nel salmone, nel persico spigola, nello sgombro, nella trota iridea, nell’halibut e nelle sardine. Gli individui con gravi forme di depressione presentano una notevole carenza di acidi grassi omega 3 (soprattutto DHA) nelle cellule ematiche rispetto a quelli che non ne soffrono. La dieta standard purtoppo tende a essere povera di salutari oli di pesce omega 3 e ricca di grassi omega 6, che si trovano nei grassi saturi e nelle carni rosse. È stato accertato che le diete con alte percentuali di omega 6 rispetto agli omega 3 aumentano il rischio di cardiopatie e contribuiscono al malumore.

Oli salutari come l’olio extravergine di oliva spremuto a freddo (contenente grassi omega 9 o acidi oleici) e quello di semi di lino (grassi omega 3) sono altamente consigliati per condire cibi (anche se l’olio di lino non dovrebbe mai essere riscaldato). Gli oli idrogenati, gli alimenti fritti e i grassi saturi provenienti da animali non allevati al pascolo, che favoriscono tutti uno stato infiammatorio, non sono benefici per l’umore.

 

Per approfondire:

 

 

 

Summary
Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici
Article Name
Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici
Description
Anche se può apparire un concetto elementare, i cibi e le bevande che consumiamo svolgono un ruolo fondamentale per il nostro benessere emotivo e fisico. Ippocrate diceva: "Lascia che il cibo sia la tua medicina, e la medicina il tuo cibo". Come molte sagge massime, anche questa continua a esser...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Le fusa del gatto, una frequenza guaritrice?

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

I difetti della vista: guarire si può, con la ginnastica oculare

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

Il canto è gioia, di Patrizia Saterini

Proteggere gli occhi davanti al computer

Il colesterolo: amico o nemico?

Una coccola per farti felice!

Purificarsi col respiro

Perdere peso, una questione di energia

Nati per spendere?

Proteggere i capelli dal sole

Il massaggio ayurvedico del piede

Mudra, la danza delle mani

Labbra screpolate? Ecco un balsamo fai da te!

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Il massaggio californiano: l’arte del tocco

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Esercizi antirughe per il contorno occhi

La camminata veloce: la corretta andatura

Il massaggio con gli oli essenziali

Stress e invecchiamento precoce: 4 consigli per combatterli

Oli essenziali per combattere i chili di troppo

I filtri solari: abbronzarsi proteggendo la pelle

Scrub zucchero, mandorle e miele

Come affrontare le vampate in menopausa

Carciofo crudo tutti i giorni per combattere la stanchezza e depurare

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Proteine vegetali, proteggono l’apparato cardiovascolare

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Gli oli essenziali: il fior di loto

Intervista a Gianna Tomlianovich

Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique

Mal di schiena? Dolori cervicali? Attenzione alla postura!

Videointervista con Alida Dal Degan a SANA 2014

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

Geometria della guarigione – recensione su La mente mente

Psoriasi e stress

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

L’efficacia del Nordic Walking

Come scegliere la scarpa giusta

Applicazioni pratiche di acqua e sale

La couperose o rosacea: cos’è e come si combatte

L’eccezionale ricchezza nutritiva del lievito di birra

EBooklife: tutti gli ebook per il tuo benessere, e molto altro!

Il cambio degli armadi: come vestire bello e sano

Siamo tutti disidratati?

Intestino sempre in forma

Le otto cure rivitalizzanti – recensione su Bottega Scriptamanent

Bicarbonato di sodio: carta di identità

Guarire con le campane tibetane – recensione su La Stampa

Bucce d’arancia: rifiuti o risorse?

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

L’idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano

Le diete iperproteiche: servono o no?

La forza nel freddo | Wim Hof

Troppi antibiotici nel nostro corpo: mangi carne e ingerisci antibiotici

Latte e oli essenziali, per un bagno da regina!

Ancora uno… e poi basta – recensione su L’angolo del personal coaching

A cosa giochiamo oggi? Il rilassamento come gioco

Pelle spenta? Illuminala con una maschera!

Le erbe amiche del fegato

Usi e benefici dell’olio di cocco

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

Cosmesi e “lavaggio del cervello”: il parere della Slow Cosmétique

Consigli per la salute: difendersi dal caldo estivo con la fitoterapia, a cura di Luigi Torchio

L’arte del riciclo

10 buone regole per esporsi al sole (per l’abbronzatura perfetta)

La dieta metabolica: come e perché

EFT, tecniche di liberazione emozionale

Le articolazioni e il loro significato psicologico: la spalla

…E dopo i cenoni, mi depuro!

Farsi un tatuaggio: i significati

Un massaggio rilassante

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

I piedi ci parlano

Pelle e purificazione: la frizione a secco

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

Che cos’è e a cosa serve l’oil pulling

Acqua e spazzolature: aiutiamo il corpo a disintossicarsi

Il digiuno, un incontro con se stessi

10 buoni motivi per esporsi al sole (abbronzatura a parte…)

L’importanza di un buon sonno

La salute a tavola: i superalimenti

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. Come si manifesta la depressione | Liberi di Leggere

    […] alimenti hanno effetti molto benefici sulla psiche; cerca di inserirli nella tua alimentazione quotidiana. Si tratta di frutta secca a guscio al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.