Le diluizioni in omeopatia 0
in Salute naturale

Le diluizioni in omeopatia

Il dottor Samuel Hahnemann, autore del testo fondamentale dell’omeopatia, ebbe il merito di scoprire una tecnica che permetteva di diluire queste sostanze per ottenere un risultato che aveva anche il vantaggio di non essere tossico. Diluì quindi le sostanze di base di centesimo in centesimo. Agitandole poi con forza, ottenne un prodotto non solo diluito, ma anche omeopatico. L’agitare induce infatti un’azione più importante.

Hahnemann pertanto agitò il prodotto a ciascuna diluizione in centesimi. Questa diluizione in centesimi prese il nome di 1CH (centesimale hahnemanniana). Fu ulteriormente diluita in centesimi, ottenendone una 2CH e così via.

Dal canto suo, la modalità decimale ricalca la tecnica di produzione sopra illustrata, ma di decimo in decimo. Quindi, 1CH equivale a una diluizione centesimale, mentre 2D nasce da due diluizioni decimali ecc. La differenza è che 1CH è stata sottoposta a una singola serie di dinamizzazioni, mentre 2D a due serie di dinamizzazioni. È ovviamente necessario agitare il prodotto a ogni operazione, per ottenere una diluizione fisica e omeopatica.

Le sostanze con una diluizione estremamente bassa, da 1D a 6D, verranno utilizzate in maniera generale come complessi o drenanti. È questa la scelta terapeutica fatta da alcuni laboratori e costituisce altresì un ponte tra omeopatia e fitoterapia.

Le sostanze con una diluizione bassa, da 4 a 5CH, sono essenzialmente utilizzate per alleviare segni locali.

Dal canto loro le diluizioni medie, da 7 a 9CH, verranno impiegate per rispondere a segni generali.

Quelle alte, che possono raggiungere i 30CH, riguarderanno infine segni psicologici o patologie molto vecchie, croniche. In numerosi paesi si utilizzano anche correntemente diluizioni a 200CH.

 

Esempio

  • Chi ha subito uno shock con conseguente ematoma locale e comparsa di rigonfiamento verrà trattato con Arnica 5CH.
  • Se la persona pratica dello sci senza essersi fisicamente preparata e presenta indolenzimento muscolare (segni generali), si ricorrerà ad Arnica 9CH, efficace altresì per l’indolenzimento dovuto all’influenza.
  • Infine, se la persona presenta un trauma che dà adito a insonnia e pensieri fissi relativi a un incidente o in conseguenza di un lutto, lo shock psicologico verrà trattato con Arnica 15 o 30CH. La diluizione più alta (30CH) sarà da preferire se l’incidente risale a vecchia data.

 

Tratto da:

 

 

 

Redazione

Summary
Le diluizioni in omeopatia
Article Name
Le diluizioni in omeopatia
Description
Il dottor Samuel Hahnemann, autore del testo fondamentale dell’omeopatia, ebbe il merito di scoprire una tecnica che permetteva di diluire queste sostanze per ottenere un risultato che aveva anche il vantaggio di non essere tossico. Diluì quindi le sostanze di base di centesimo in centesimo. Agita...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Cure naturali per il raffreddore

Gli antinfiammatori naturali: combatti l’infiammazione con le piante

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Correre o camminare? Camminata veloce!

Il lato positivo – recensione su L’angolo del personal coaching

Disintossicarsi da metalli pesanti, tossine e inquinanti

Gli antiossidanti: protezione naturale grazie a frutta e verdura

Gluten Sensitivity: la sindrome da sensibilità al glutine

Curarsi con la luce: il disturbo affettivo stagionale (SAD)

Psoriasi e stress

Il reishi: storia e proprietà del fungo curativo per eccellenza

La salute passa anche dalla lingua – parte I

Mal di schiena? Dolori cervicali? Attenzione alla postura!

Le erbe amiche del fegato

Lo zucchero, un dolce veleno

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

L’indice glicemico ti rivela gli zuccheri nascosti

L’efficacia del Nordic Walking

La clorofilla: un’alleata per la salute

Le alghe, verdure di mare amiche della linea

Le ore degli organi: guadagnare in salute e vitalità grazie ai ritmi corporei

Il sale marino, elisir di lunga vita

Tempo di esami: un aiuto per memoria e concentrazione

Caffè: amico o nemico?

Esercizio: tecnica veloce di automassaggio cinese

Naso chiuso addio!

Alimentazione e cancro: la dieta della prevenzione

I piedi ci parlano

La salute passa anche dalla lingua – parte II

Il miele: antibiotico naturale e molto altro

L’esame della lingua nelle medicine orientali

Le articolazioni e il loro significato psicologico: la spalla

Intervista a Nirodh Fortini

EFT, tecniche di liberazione emozionale

Il fungo Reishi

Dimmi dove ti fa male e ti dirò perché – recensione su La mente mente

Come scegliere la scarpa giusta

Lo yoga come gioco per bambini

Geometria della guarigione – recensione su La mente mente

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

La respirazione naturale con la tecnica Alexander

Le proprietà degli oli essenziali

La rodiola o rhodiola: tutte le proprietà del più potente rimedio antistress

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Come affrontare le vampate in menopausa

La couperose o rosacea: cos’è e come si combatte

La medicina naturale: dieta sana e igiene di vita

Meditazione fisica per la salute dello stomaco e dell’intestino

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

Le diete iperproteiche: servono o no?

Alimenti acidificanti, alcalinizzanti e acidi

Applicazioni pratiche di acqua e sale

Esercizio: la respirazione naturale

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

Intervista a Gianna Tomlianovich

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

Piante medicinali: i chiodi di garofano

Il latte fa male?

Come prepararsi al digiuno

I filtri solari: abbronzarsi proteggendo la pelle

L’importanza della masticazione alternata

La crusca d’avena e i suoi benefici per la salute

Rimedi per la cistite

L’echinacea, fiore della salute

Che cos’è l’equilibrio acido-base?

Dal russamento all’apnea del sonno: le conseguenze per la salute

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

…E dopo i cenoni, mi depuro!

La medicina di santa Ildegarda

Acqua e spazzolature: aiutiamo il corpo a disintossicarsi

Trattare l’allergia: il punto di vista della naturopatia

L’idroterapia in casa: curarsi con l’acqua

Luca Fortuna: estratto di semi di uva rossa, un elisir di salute

Gli oli essenziali: il fior di loto

Frullati VS centrifugati: proprietà e differenze

Pronto soccorso aromatico per gli sportivi

La cura delle mele: rivitalizzare e disintossicare

Metodi naturali per curare allergie e intolleranze – recensione su La mente mente

La dieta metabolica: come e perché

Piante medicinali: il lampone

L’intolleranza al glutine nei bambini

Mudra per la schiena

Le punture d’insetto

Oli essenziali per combattere i chili di troppo

Siamo tutti disidratati?

L’aglio, alleato della nostra salute

L’idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano

I difetti della vista: guarire si può, con la ginnastica oculare

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

La salute a tavola: i superalimenti

Guarire con le campane tibetane – recensione su La Stampa

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Intervista a Pierre Pellizzari

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

Carenza di minerali, una delle cause principali dell’acidosi

Il colesterolo: amico o nemico?

Il cambio degli armadi: come vestire bello e sano

Il lato positivo – recensione su Nuove pagine

L’importanza di un buon sonno

L’argento colloidale: usi e proprietà

I pericoli dell’amalgama dentale

La forza nel freddo | Wim Hof

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Dimagrire con l’intestino

Mani che guariscono: il Quantum-Touch

Un massaggio rilassante

Purificarsi col respiro

Depurare il fegato in primavera

La medicina nel piatto: le proprietà dello zenzero

La camminata veloce: la corretta andatura

La colonna vertebrale: un centro energetico

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

Proteggere gli occhi davanti al computer

La curcuma, una spezia-farmaco?

I sintomi delle infezioni fungine o della candida

Omeopatia per bambini: il raffreddore

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. Omeopatia per bambini: il raffreddore - Liberi di Leggere

    […] vissuto immunitario di inizio vita e la medicina omeopatica dimostra qui tutta la sua efficacia. I rimedi diluiti e dinamizzati evitano instillazioni croniche con varie soluzioni contenenti sale o prodotti aggressivi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.