Gli alberi sacri dei Celti – prima parte 1
in Energie sottili

Gli alberi sacri dei Celti – prima parte

I Celti, come molti altri popoli antichi, attribuivano certe proprietà particolari a diversi alberi, riconoscendo loro una stupefacente e potente forza spirituale. Anche oggi, nelle nostre società e culture moderne, alcuni alberi continuano a colpire la nostra immaginazione: si pensi alla possente quercia, al maestoso acero o al mistico tasso, per nominarne solo alcuni. Gli alberi erano ritenuti dai Celti esseri viventi, animati da un’essenza e da un’energia proveniente dalla Terra. Quest’aura di potenza era (ed è) d’altronde ben visibile a quanti si immergevano nell’equilibrio e nell’armonia più assoluti.

 

Abete

Quest’albero molto alto cresce soprattutto nelle regioni montuose e sulle pendici più elevate. Le pigne dell’ abete reagiscono alla pioggia richiudendosi su se stesse e aprendosi al sole. Poiché l’abete può vedere lontano all’orizzonte, simboleggia le visioni nitide e rivela, al di là di ciò che esiste, quello che accadrà nel futuro.

 

Abete bianco

Conosciuto anche con il nome di “albero delle nascite”, l’abete bianco è utilizzato bruciando i suoi aghi al momento della nascita per benedire e proteggere la madre e il neonato.

 

Agrifoglio

L’agrifoglio è associato al simbolismo della morte e della rinascita (in particolare nell’ambito delle stagioni); è anche intimamente legato al solstizio d’inverno. Nella leggenda di re Artù, Gawain (che rappresenta il re-quercia dell’estate) combatte il cavaliere verde, che era armato di una mazza di legno di agrifoglio e che rappresentava l’inverno.

Quest’albero è stato anche utilizzato per fabbricare lance, sia per le qualità del legno che per il suo simbolismo legato all’equilibrio e al vigore nel combattimento sempre che la causa fosse giusta. L’agrifoglio può essere utilizzato negli incantesimi e nei rituali del sonno o del riposo e per facilitare il passaggio dalla vita alla morte. Si dice che un uomo possa aumentare la sua capacità di attrarre le donne portando su di sé un sacchetto di foglie e bacche di agrifoglio.

 

Betulla

Conosciuta anche con il nome di “dama dei boschi”, la betulla bianca è un altro albero importante presso i Celti. Recuperando con cura delle strisce di corteccia quando la luna è nuova scriveteci sopra con inchiostro rosso: “Portami l’ amore vero”. Bruciatele poi con un incenso d’amore pronunciando le parole seguenti: “Dea dell’amore, dio del desiderio, portatemi il fuoco della passione”. O ancora, posate in un corso d’acqua un pezzo di corteccia di betulla sul quale avrete scritto questo verso: “Messaggio d’amore, ti libero, perché tu catturi l’amore e me lo conduca”. Non cercate di costringere nessuno: se un amore deve venire a voi, deve avvenire spontaneamente.

 

Biancospino

Le bacchette magiche fatte con questo legno, conosciuto anche con il nome di “albero di maggio”, possiedono un grandissimo potere. Ai suoi fiori si attribuiscono anche delle proprietà fortemente eroticizzanti per gli uomini. Il biancospino può essere utilizzato per la protezione e l’amore.

 

Cedro

Il cedro è anche conosciuto come “albero della vita” (Arbor vitae) e “cedro giallo”. Gli antichi Celti estraevano l’olio di quest’albero per conservare le teste dei nemici vinti in battaglia. Per attirare l’energia della terra e per riuscire a concentrarvi, poggiate i palmi delle mani contro le punte degli aghi di un ramo di cedro.

 

Frassino

Quest’albero è tra i preferiti dai druidi, che infatti spesso ricavano le loro bacchette magiche dal suo legno. Queste bacchette procurano eccellenti risultati magici, in particolar modo quando si tratta di magia curativa e solare. Alcune foglie fresche di frassino poggiate sotto il vostro guanciale stimoleranno sogni profetici.

 

Continua…

 

Tratto da:

 

 

 

Redazione

Summary
Gli alberi sacri dei Celti - prima parte
Article Name
Gli alberi sacri dei Celti - prima parte
Description
I Celti, come molti altri popoli antichi, attribuivano certe proprietà particolari a diversi alberi, riconoscendo loro una stupefacente e potente forza spirituale. Anche oggi, nelle nostre società e culture moderne, alcuni alberi continuano a colpire la nostra immaginazione: si pensi alla possente...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Le esperienze di premorte

IL CANTO ARMONICO di ROBERTO LANERI

Il potere dei sogni e la dermoriflessologia – recensione su Re Nudo

I poteri dell’Arcangelo Gabriel e la sua invocazione

Messaggio dall’invisibile, di Sabrina Dal Molin

Camminare verso la Pace

Gli Angeli sono il Ponte che ci aiuta a creare il Paradiso in Terra, di Rosana Liera

Gli alberi sacri dei Celti – seconda parte

Tecniche di visualizzazione: proteggersi dalle energie negative

Il codice segreto del tuo nome – recensione su La mente mente

Fai spazio al nuovo nella tua vita riordinando la casa!

Le rune e le formule magiche

La cristalloterapia: curarsi con le pietre

Esercizio di meditazione per superare un lutto

La colonna vertebrale: un centro energetico

I tarocchi: significato psicologico dell’Amante, arcano VI

Fantasmi

Amuleti e talismani per attirare amore e prosperità

Canto armonico, intervista e video di Roberto Laneri

Primavera, la rinascita della vita

Messaggi dall’invisibile, di Sabrina Dal Molin

Il bambino e il mago – recensione su La mente mente

Vampiri umani e creature dall’aldilà

Incontra i tuoi angeli

Il sesto senso

Intervista a Patrizia Saterini, musicista e autrice di Musica indiana

Il potere dei numeri

I segreti del numero civico – parte 1

I defunti, anime amorevoli che non ci lasciano mai

Superare i limiti della mente: il firewalking

Leggere la mano: il significato della linea del cuore

L’energia delle pietre preziose per attirare fortuna e amore

I chakra e i tre livelli di guarigione dell’uomo

I poteri dell’arcangelo Raphael

Lo sciamano: guida e guaritore | Nicolás Pauccar Calcina

Allison DuBois, una medium straordinaria

Mani che guariscono: il Quantum-Touch

Un aiuto magico per la nostra Terra

Il futuro è già scritto?

Le entità: inconscio e magia, di Cristiano Tenca

La forza dei simboli di guarigione

Intervista a Gary Quinn

Karma e reincarnazione

Quando i defunti si manifestano

Parole magiche per isolare e fermare la negatività

I sette corpi sottili, un ponte che conduce al Divino

Creare un “giardino magico”

I segreti del numero civico – parte 2

Conversazione con Cristiano Tenca

Samhain, sulle orme di Halloween

Aiutare le anime ad andare verso la luce

Gli alberi sacri dei Celti – terza parte

Viaggi nel tempo: realtà o illusione?

I simboli di guarigione di Serge Kahili

I segreti del numero civico – parte 3

Cristiano Tenca – Intervista

Loading Facebook Comments ...

3 Commenti

  1. Gli alberi sacri dei Celti – terza parte | Liberi di Leggere

    […] la carrellata sugli alberi sacri dei Celti (link alla prima parte e alla seconda parte) con alcune tra le piante più maestose e […]

  2. Gli alberi sacri dei Celti – seconda parte | Liberi di Leggere

    […] Continuiamo la nostra panoramica sugli alberi sacri dei Celti. […]

  3. Le rune e le formule magiche - Liberi di Leggere

    […] Le rune risalgono a oltre duemila anni fa e si possono considerare un alfabeto magico, segreto e misterioso che veniva utilizzato presso le popolazioni nordiche e celtiche, soprattutto per la divinazione e i rituali ( per approfondire la spiritualità dei Celti, leggi Gli alberi sacri dei Celti). […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.