Il primo animale a cui non fare del male è l’uomo… 0
in Crescita personale

Il primo animale a cui non fare del male è l’uomo…

VEG come vegetale, vegetariano, vegetaliano. VEG come vegano. E in questo caso, riassumendo, il senso ultimo è quello di non servirsi in alcun ambito di prodotti derivati dallo sfruttamento animale.

Bene sarebbe estendere ulteriormente questa posizione dicendo: nessuno “sfruttamento” né degli animali, né della terra (dei suoi minerali, dei vegetali, dell’acqua o di quant’altro), né infine dell’uomo poiché, in fondo a tutto, è anche buona parte dell’umanità che viene sfruttata, usata, inaridita in nome del progresso o del profitto travestiti da bisogni indotti e inutili.

Nutrirsi è un atto di rispetto nei confronti della vita: mangiamo per vivere e ci alimentiamo di vita. La vitalità di ciò che mangiamo è alla base del nostro stare bene. Dobbiamo avere il giusto rispetto di noi stessi e del nostro corpo; quello che mettiamo su un piatto non serve soltanto a fornirci le fantomatiche calorie o a soddisfare la nostra gola, ma è soprattutto l’indispensabile sostentamento, quanto costruisce ciò che siamo, e quando è un cibo “pulito”, “sano”, il più possibile integrale e non artefatto, buono e cucinato con cura, diventa un atto d’amore.

Non ci limitiamo a mangiare l’alimento, ma teniamo sempre a mente che il principale ingrediente è il “come” cuciniamo. La nostra fretta, la nostra rabbia, il nostro dolore impregnano il cibo che manipoliamo. Facciamolo dunque con lo spirito giusto, prestando attenzione a quanto è bello preparare qualcosa per i nostri amici, per la nostra famiglia o anche solo per noi stessi.

Non usando cibi di origine animale rispettiamo la vita degli animali e ci dichiariamo dissidenti di fronte al modo violento e feroce che caratterizza gli allevamenti intensivi e il mito della “produzione e del consumo”. Questo stesso concetto guida anche la grande produzione dei vegetali; cerchiamo dunque di scegliere con cura, perché gli alimenti e loro derivati di origine vegetale possono provenire dalle coltivazioni più disparate. Un campo coltivato con amore, dove le piante si mescolano tra loro, crescono e vengono raccolte secondo il clima e le stagioni, sicuramente ci darà più “nutrimento” del più recente alimento esotico straricco di sostanze di ogni tipo, offerto dal mercato secondo la moda del momento.

È quindi importante essere consapevoli di cosa si utilizza: uno stesso cavolo può arrivare sulla nostra tavola dall’agricoltura convenzionale, da coltivazioni bio certificate o dal cosiddetto “contadino”, che nei casi più felici può aver scelto di coltivare in permacultura, agricoltura sinergica, agricoltura naturale ecc. In particolare, questi ultimi modi di coltivare garantiscono che la pianta e la terra vengano vissute con grande rispetto, senza forzature o metodi invasivi, rispettando gli equilibri dei vegetali e gli ecosistemi. È vero, spesso una lumachina sulla lattuga ci rende meno agevole o piacevole la sua preparazione. Ricordiamoci però che è meglio ritrovare sulle nostre verdure degli esseri viventi “visibili” piuttosto che dei veleni invisibili!

 

Tratto da:

 

 

 

 

Redazione

Summary
Il primo animale a cui non fare del male è l’uomo...
Article Name
Il primo animale a cui non fare del male è l’uomo...
Description
VEG come vegetale, vegetariano, vegetaliano. VEG come vegano. E in questo caso, riassumendo, il senso ultimo è quello di non servirsi in alcun ambito di prodotti derivati dallo sfruttamento animale. Bene sarebbe estendere ulteriormente questa posizione dicendo: nessuno "sfruttamento" né degli an...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

L’amicizia tossica

Mollo tutto e vado all’estero: intervista a Francesco Narmenni

Intervista a Emanuele Tessarolo, autore di Mental Aikido

La libertà personale

Una riflessione sul tempo: il passato

Il senso di colpa

Cambio vita: mi trasferisco all’estero!

Vivere relazioni sane

Un autosabotatore: il silenzio

Sconfiggi la rassegnazione: videolezione con Rosario Alfano

Gli errori sono nostri amici

Senso di appartenenza e libertà individuale

Esercizio di consapevolezza con don Miguel Ruiz

Intervista a Gary Quinn

Il lato positivo – recensione su L’angolo del personal coaching

Slow life: apprezzare il cammino, oltre che la meta

Smettere di lavorare: il booktrailer

EBooklife: tutti gli ebook per il tuo benessere, e molto altro!

Seminario AMARE CIÒ CHE È, The Work di Byron Katie

Il Ki delle nove stelle ti dice chi sei

Giveaway: Il gioco dell’eroe

Il lato positivo – recensione su Nuove pagine

Aspettative: utili o dannose?

Istruzioni mancanti sulla vita – recensione su La mente mente

L’empowerment: come riacquistare il controllo sulla propria vita

Alzarsi un’ora prima al mattino per essere più felici. Sì, ma come si fa?

Il manifesto dell’abbondanza di Joe Vitale

Armonizza i tuoi spazi mentali con il feng shui interiore

Nati per spendere?

Intervista a Nirodh Fortini

Aiutare gli adolescenti a sviluppare fiducia in se stessi

L’inganno della crescita – Luca Mercalli

Scopri chi sei con gli archetipi della tua personalità

La paura

Amare ciò che è

Esci, se ne hai il coraggio

Vivere relazioni sane: i segnali di riconoscimento positivi e negativi

Riconquistare la saggezza di vivere un giorno alla volta

La mente subconscia e il potere del cambiamento

Il piccolo libro della vita

Il codice segreto del tuo nome – recensione su La mente mente

Carlo Scirocchi: L’evoluzione come terapia

Esercizio di PNL: Creiamo la nostra ancora di fiducia

Una riflessione sul tempo: il presente

Space clearing: anno nuovo, casa nuova!

Una riflessione sul tempo: il futuro

La leadership nel mondo degli indiani lakota

L’addomesticamento secondo don Miguel Ruiz

Ecco i vincitori del giveaway de Il gioco dell’eroe

Essere donna: riscoprire il vero potere femminile

Negoziare con gli altri: tutti i significati della parola NO

Costellazioni familiari sistemiche: presentazione con Daniele Ronchi

Gianluca Magi – Chi ti ha insegnato che nulla si può cambiare, voleva solo un altro schiavo

Liberarsi dalle ripetizioni familiari negative

Quando ci mettiamo in gabbia da soli…

L’arte di dare e ricevere

Gli autosabotatori

L’amicizia

L’arte del riciclo

Il risparmio è una condizione mentale: piccole strategie per risparmiare in modo “indolore”

La forza delle emozioni

Costruire la propria autostima

Il potere dei numeri

Guarire l’ambiente, passo dopo passo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.