Piante medicinali: i chiodi di garofano 0
in Salute naturale

Piante medicinali: i chiodi di garofano

Chiunque può imparare a riconoscere i sapori e le energie delle piante, scegliere quelle che meglio si adattano alla propria costituzione e trarre beneficio dal loro effetto. Vediamo alcune preparazioni.

 

Decotti

Il decotto è ottimo per tutte le carenze e le malattie da raffreddamento. Attenzione però, questa modalità di preparazione non è adatta alle piante che presentano una certa tossicità ed è quindi opportuno controllare sempre la tolleranza individuale e l’eventuale tossicità della pianta in questione. Per preparare un decotto:

  1. Prendere all’incirca 50 g di piante essiccate o in polvere.
  2. Aggiungere un litro d’acqua.
  3. Mettere il tutto a sobbollire a fuoco lento in un recipiente non metallico, senza coprire.
  4. Lasciar ridurre il liquido di circa un decimo (evaporano 100 g d’acqua).
  5. Filtrare e bere il liquido ottenuto, intiepidito, una tazza alla volta.
  6. È possibile aggiungere un po’ di zucchero integrale oppure del miele e un goccio di latte.

 

Macerati

Ecco un metodo poco utilizzato dai fitoterapeuti moderni eppure interessante per preparare le piante senza trasformarne i principi attivi mediante calore. Questo metodo è adatto alle piante erbacee (radici e piante di consistenza dura si solubilizzano molto poco a freddo). I macerati sono particolarmente indicati in caso di febbre e disturbi accompagnati da segni di calore: occhi arrossati, prurito, ipertensione ecc. Non sono invece consigliati in caso di disturbi cronici associati a grande stanchezza e carenze accompagnate da freddolosità. È necessario preparare il macerato un giorno in anticipo, nel modo seguente:

  1. Mettere 50 g di pianta in un recipiente di terracotta, con mezzo litro d’acqua.
  2. Lasciar riposare tutta la notte senza coprire, in un luogo ben protetto dalla polvere.
  3. Bere di volta in volta mezza tazza del liquido filtrato (se ne otterranno circa quattro dosi, da bere in uno o due giorni).

 

Succhi e sciroppi

Saper preparare uno sciroppo può sembrare difficile, ma una volta conclusa l’operazione abbiamo tra le mani un rimedio per vari giorni. Succhi e sciroppi sono particolarmente efficaci in caso di rallentamento della circolazione, disturbi intestinali, tosse e mancanza di appetito. Alcuni esempi tra gli sciroppi più comuni: zenzero, liquerizia, piantaggine, camomilla, centella, finocchio, anice.

  1. Prendere all’incirca 200 g di pianta essiccata.
  2. Lasciarla per ventiquattro ore in un recipiente di terracotta contenente mezzo litro d’acqua fredda.
  3. Pressare, filtrare e mettere da parte il macerato.
  4. Prendere la pianta e spremerne il succo attraverso un telo di cotone pulito.
  5. Aggiungere questo succo al liquido di macerazione.
  6. Aggiungere 6 g di buon miele per creare lo sciroppo, che occorrerà conservare al fresco durante l’utilizzo.

 

Chiodi di garofano

Nome scientifico: Eugenia caryophyllata.
Energia e sapore: caldi, piccanti.
Virtù tradizionali: stimola la concentrazione, decongestiona i seni nasali e i polmoni, tonifica l’apparato genitale.
Proprietà: stimolanti, espettoranti, afrodisiache, antisettiche, carminative, antispasmodiche.

I chiodi di garofano, conosciuti in Cina e in India fin dall’antichità, costituiscono uno dei sei tonici supremi della medicina tibetana. Il rimedio più diffuso alla corte degli antichi imperatori cinesi consisteva nel masticare uno o due chiodi di garofano dopo un pasto, per profumare l’alito. In India fin da tempi immemorabili si mastica il chiodo di garofano assieme alla foglia di betel.shutterstock_453144871

Il decotto di chiodi di garofano è ottimo per il catarro dei polmoni e dei seni nasali; esercita inoltre un’azione sulla psiche, giacché tonifica le facoltà della coscienza e della concentrazione. Quest’azione gli ha permesso di rientrare nella bevanda indiana conosciuta come Masala chai, ossia il tè alle spezie, tonico dai molti usi preparato con camomilla, chiodi di garofano, zenzero, cardamomo, tè e latte.

I chiodi di garofano vengono anche utilizzati per le loro proprietà stimolanti sulla sessualità maschile e femminile, come pure sull’apparato genitale.

 

Impiego

Si prepara un decotto concentrato mettendo sei chiodi di garofano in due bicchieri d’acqua. Si lascia bollire a fuoco lento, con coperchio, per circa venti minuti, fino a quando il liquido non si è ridotto della metà. Si filtra e si assume un cucchiaio di decotto dopo i pasti nei seguenti casi: indigestione, flatulenze, coliche, dolori addominali e diarrea.

Aggiungendo del miele, lo stesso decotto è ottimo contro asma, bronchite e sinusite.

Il semplice masticare un chiodo di garofano dopo i pasti profuma l’alito; i guaritori tantrici affermano che un chiodo di garofano masticato durante l’atto sessuale stimola notevolmente le sensazioni.

 

Sulle proprietà delle piante medicinali, v. anche questo post.

 

Tratto da:

 

Summary
Piante medicinali: i chiodi di garofano
Article Name
Piante medicinali: i chiodi di garofano
Description
Chiunque può imparare a riconoscere i sapori e le energie delle piante, scegliere quelle che meglio si adattano alla propria costituzione e trarre beneficio dal loro effetto. Vediamo alcune preparazioni. Decotti Il decotto è ottimo per tutte le carenze e le malattie da raffreddamento. Attenzione p...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Gli oli essenziali: il fior di loto

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

L’idroterapia in casa: curarsi con l’acqua

Le diluizioni in omeopatia

La dieta metabolica: come e perché

L’intolleranza al glutine nei bambini

Intervista a Gianna Tomlianovich

Come prepararsi al digiuno

Naso chiuso addio!

Piante medicinali: il lampone

Purificarsi col respiro

Il colesterolo: amico o nemico?

Guarire con le campane tibetane – recensione su La Stampa

I sintomi delle infezioni fungine o della candida

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

Mal di schiena? Dolori cervicali? Attenzione alla postura!

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Un massaggio rilassante

Trattare l’allergia: il punto di vista della naturopatia

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

Il cambio degli armadi: come vestire bello e sano

I difetti della vista: guarire si può, con la ginnastica oculare

Acqua e spazzolature: aiutiamo il corpo a disintossicarsi

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

Il fungo Reishi

Omeopatia per bambini: il raffreddore

Gli antiossidanti: protezione naturale grazie a frutta e verdura

Curarsi con la luce: il disturbo affettivo stagionale (SAD)

Che cos’è l’equilibrio acido-base?

Come scegliere la scarpa giusta

Come affrontare le vampate in menopausa

La forza nel freddo | Wim Hof

Carenza di minerali, una delle cause principali dell’acidosi

La cura delle mele: rivitalizzare e disintossicare

Dimmi dove ti fa male e ti dirò perché – recensione su La mente mente

Siamo tutti disidratati?

Le articolazioni e il loro significato psicologico: la spalla

La clorofilla: un’alleata per la salute

Il lato positivo – recensione su L’angolo del personal coaching

L’indice glicemico ti rivela gli zuccheri nascosti

I piedi ci parlano

Il miele: antibiotico naturale e molto altro

Applicazioni pratiche di acqua e sale

I pericoli dell’amalgama dentale

…E dopo i cenoni, mi depuro!

La rodiola o rhodiola: tutte le proprietà del più potente rimedio antistress

Luca Fortuna: estratto di semi di uva rossa, un elisir di salute

L’esame della lingua nelle medicine orientali

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

La crusca d’avena e i suoi benefici per la salute

Geometria della guarigione – recensione su La mente mente

Intervista a Pierre Pellizzari

La medicina nel piatto: le proprietà dello zenzero

Disintossicarsi da metalli pesanti, tossine e inquinanti

Dal russamento all’apnea del sonno: le conseguenze per la salute

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

La medicina di santa Ildegarda

La salute passa anche dalla lingua – parte II

La curcuma, una spezia-farmaco?

Le erbe amiche del fegato

Gluten Sensitivity: la sindrome da sensibilità al glutine

Metodi naturali per curare allergie e intolleranze – recensione su La mente mente

Proteggere gli occhi davanti al computer

Meditazione fisica per la salute dello stomaco e dell’intestino

Esercizio: tecnica veloce di automassaggio cinese

Gli antinfiammatori naturali: combatti l’infiammazione con le piante

Le proprietà degli oli essenziali

Il latte fa male?

La medicina naturale: dieta sana e igiene di vita

L’echinacea, fiore della salute

La colonna vertebrale: un centro energetico

Intervista a Nirodh Fortini

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

Oli essenziali per combattere i chili di troppo

Cure naturali per il raffreddore

Le alghe, verdure di mare amiche della linea

Mudra per la schiena

La camminata veloce: la corretta andatura

La salute a tavola: i superalimenti

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Psoriasi e stress

EFT, tecniche di liberazione emozionale

Lo zucchero, un dolce veleno

Tempo di esami: un aiuto per memoria e concentrazione

Le diete iperproteiche: servono o no?

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

Dimagrire con l’intestino

Frullati VS centrifugati: proprietà e differenze

Alimenti acidificanti, alcalinizzanti e acidi

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Pronto soccorso aromatico per gli sportivi

L’importanza di un buon sonno

Rimedi per la cistite

Le punture d’insetto

La couperose o rosacea: cos’è e come si combatte

Il reishi: storia e proprietà del fungo curativo per eccellenza

Alimentazione e cancro: la dieta della prevenzione

Il sale marino, elisir di lunga vita

I filtri solari: abbronzarsi proteggendo la pelle

La salute passa anche dalla lingua – parte I

Esercizio: la respirazione naturale

L’aglio, alleato della nostra salute

Le ore degli organi: guadagnare in salute e vitalità grazie ai ritmi corporei

Caffè: amico o nemico?

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

L’importanza della masticazione alternata

Il lato positivo – recensione su Nuove pagine

Correre o camminare? Camminata veloce!

L’idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano

Depurare il fegato in primavera

L’argento colloidale: usi e proprietà

Mani che guariscono: il Quantum-Touch

L’efficacia del Nordic Walking

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.