Soia Edamame: buona, salutare e rigorosamente italiana

Soia Edamame: buona, salutare e rigorosamente italiana

Articolo pubblicato su L’Altra Medicina

Ottime notizie per gli aficionados dei verdi baccelli che amiamo consumare nei ristoranti orientali: oggi possiamo cucinarli nelle nostre case, senza porci troppe domande sulla provenienza e sui metodi di raccolta e confezionamento… vengono coltivati nelle fertili pianure del Po, particolarmente adatte alle piantagioni di soia! Grazie a una filiera produttiva rapida ed efficiente, i baccelli di soia vengono raccolti, lavorati con cura e surgelati, in modo che siano conservate le loro notevoli proprietà nutritive.

Uno scrigno verde di benefici
Vediamo allora nel dettaglio i preziosi vantaggi per la salute racchiusi nella soia Edamame, consumata da secoli in Cina e Giappone. Proteine, fibre, grassi “buoni”, vitamine, minerali (ferro, potassio, magnesio, fosforo) e isoflavoni. La presenza di questi fitoestrogeni, gli isoflavoni, è particolarmente interessante per le donne: numerose ricerche hanno dimostrato la loro efficacia nel contrastare problemi quali i sintomi della sindrome premestruale, della premenopausa e della menopausa. Non è un caso che nelle donne orientali, la cui dieta contiene ingenti quantità di soia, i disturbi legati alla sindrome premestruale e alla menopausa siano pressoché sconosciuti.

Per adesso fermiamoci qui e non sveliamo tutti i benefici della soia Edamame, ne parleremo presto e diffusamente sulla nostra rivista.

Ci limitiamo soltanto a qualche consiglio culinario, perché la soia Edamame non è solo un prezioso alleato della nostra salute, è anche un gustoso vegetale da proporre in svariati modi!

Come si cucina
La soia Edamame è molto semplice da cucinare perché si può mangiare anche al naturale, senza doversi cimentare in ricette troppo complicate. Si può preparare come i piselli o le fave, il segreto – per mantenere tutte le sue proprietà nutritive e la sua croccantezza – è non cuocere troppo a lungo il prodotto.

In padella
Versa la soia Edamame surgelata in una padella con il condimento desiderato, unisci mezzo bicchiere di acqua e un pizzico di sale. Copri e cuoci per 5 minuti a fuoco medio, girando di tanto in tanto. Ottima per arricchire piatti di pasta, riso e zuppe.

In pentola
Versa la soia Edamame surgelata in acqua bollente salata. Attendi che l’acqua torni a bollire e cuoci per 4 minuti.

In insalata
Il sapore delicato e la croccantezza della soia Edamame aggiungono gusto e allegria a qualsiasi insalata. Lessala in acqua salata e, una volta fredda, uniscila a gamberetti e rucola, condendo con olio e un trito di prezzemolo.

Come dessert
Hai letto bene: i giapponesi amano così tanto la soia Edamame da utilizzarla anche per la preparazione di dolci. Il più famoso è lo ‘Zunda-Mochi, da servire accompagnato da tè verde.

Articolo pubblicato su L’Altra Medicina

1 comment

  • franca

    franca

    Rispondi

    da qualche anno ho sotituito il latte “tradizionale” con quello alla soia: è più digeribile e fà bene alla salute come si evince da questo articolo!

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Related Posts