Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique 0
in Benessere e bellezza

Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique

Una pulizia quotidiana e accurata del viso e del corpo costituisce il primo passo per una bellezza duratura. La pulizia deve infatti liberare la pelle dalle impurità che vi si accumulano nel corso della giornata, così come da eventuali tracce di make-up che possono impedire alla pelle di respirare. La pulizia è essenziale alla luminosità del viso e alla salute della pelle. Tuttavia, non deve assolutamente minare il fragile equilibrio del film idrolipidico né alterare il pH acido della pelle, il quale deve rimanere acido.

 

Come pulire la mia pelle quotidianamente?

 Con del sapone

Il sapone è la prima cosa cui pensiamo quando arriva il momento di lavarsi. Purtroppo, la stragrande maggioranza dei saponi disponibili aggredisce la pelle e altera il film idrolipidico che ricopre l’epidermide. Ecco perché, per la pulizia del viso, il sapone è bandito. Di contro, è utile per lavarsi le mani o il corpo quando siamo molto sporchi.

Scegliere il sapone adatto alla pulizia è un vero e proprio rompicapo. Infatti, persino i saponi più naturali non sono per forza di cose delicati sulla pelle. I saponi raccomandati dalla Slow Cosmétique sono quelli naturali, fabbricati secondo il metodo della saponificazione a freddo, l’unico che consente al sapone di conservare la sua parte di glicerina. Questo metodo produce saponi di qualità elevata, prodotti con ingredienti vegetali ai quali si può aggiungere una parte di oli o di burri vegetali idratanti alla fine del processo di fabbricazione. Il sapone in questo caso viene molto spesso definito “surgrassante”, cioè contiene una maggior quantità di lipidi che ne addolciscono l’azione detergente sulla pelle.

 

Con un guanto da bagno o esfoliante

Pulire la pelle del corpo vuol dire liberarla dalle cellule morte e dalle impurità in superficie. Strofinando energicamente la pelle nuda con un guanto da bagno umido è possibile provocare l’esfoliazione desiderata senza dover ricorrere a un prodotto detergente. Lo stesso accade quando si spazzola il corpo con una spazzola morbida. È assai meno piacevole di un docciaschiuma e più brusco sulla pelle, ma è molto salutare per una pelle estremamente liscia. Si consiglia pertanto di eseguire uno “scrub” della pelle con un guanto da bagno o esfoliante all’incirca una volta alla settimana, insistendo sulle zone più ruvide: gomiti, talloni e ginocchia. Attenzione, i famosi guanti “kessa” venduti nei negozi orientali o negli hammam sono molto pratici, ma oggigiorno vengono fabbricati con materiali acrilici e non sono quindi molto ecologici.

 

Con l’argilla

Le argille (ne esistono diverse), sono ottimi detergenti. Essiccata, l’argilla diventa una polvere minerale che ha la facoltà di assorbire le impurità e l’eccesso di sebo, fornendo nel contempo alla pelle minerali preziosi. Questa facoltà viene definita adsorbente. L’argilla verde è quella più detergente, l’argilla bianca è neutra, la rosa e la gialla sono le più delicate. L’argilla gialla è molto adatta alle pelli miste e l’argilla rossa o rosa è ideale per le pelli sensibili, ma attenzione, perché può macchiare la biancheria.

Per la pulizia del corpo, del viso e dei capelli, l’argilla è un ingrediente molto slow che è possibile utilizzare in vari modi.

Per il viso basta aggiungere a una piccola quantità di argilla una punta di olio vegetale ed emulsionare con acqua. Si ottiene una maschera molto morbida da applicare sul volto per qualche minuto, prima di risciacquare. Per pulire a fondo la pelle è possibile massaggiare sul viso questa maschera con la punta delle dita. L’argilla tuttavia non consente di struccarsi.

Per il corpo è sufficiente frizionare la pelle umida con argilla pura e aggiungere un po’ d’acqua con le mani se necessario. La fine polvere d’argilla esfolia molto dolcemente il corpo e la sua consistenza libera la pelle da tutte le impurità.

Per i capelli si applica sulla chioma umida una piccola quantità di argilla o di rhassoul (un’argilla marocchina reperibile nei negozi di prodotti biologici o presso gli hammam) in precedenza miscelata a un po’ d’acqua in un recipiente. La si applica come maschera per qualche breve istante, dopodiché si massaggia la chioma e si sciacqua con cura. Per addolcire questo shampoo è possibile aggiungere al preparato da cinque a dieci gocce di olio vegetale d’argan o di jojoba.

 

Maschera detergente all’argilla per il viso

Tutti i tipi di pelle

Dose per un’unica maschera

In una ciotola di ceramica, vetro o plastica, mescolate con una spatola oppure una forchetta di plastica o di legno:

  • 1 cucchiaio di argilla verde, bianca o gialla (preferite l’argilla bianca se avete l’acne o la pelle molto grassa)
  • 1 cucchiaino di olio vegetale a scelta
  • 2 o 3 cucchiaini d’acqua tiepida o d’idrolato di lavanda

Dovreste ottenere una pasta morbida. Se non lo è abbastanza, aggiungete qualche goccia d’acqua e mescolate. Applicatene uno spesso strato sul viso e sul collo, quindi massaggiate. Lasciate in posa per qualche minuto se ne avete il tempo. Sciacquate abbondantemente e asciugate tamponando con un asciugamano. Questa maschera si può preparare anche senza olio vegetale, per una pulizia più decisa.

 

Tratto da:

 

 

 

Summary
Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique
Article Name
Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique
Description
Una pulizia quotidiana e accurata del viso e del corpo costituisce il primo passo per una bellezza duratura. La pulizia deve infatti liberare la pelle dalle impurità che vi si accumulano nel corso della giornata, così come da eventuali tracce di make-up che possono impedire alla pelle di respirare...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Acqua e spazzolature: aiutiamo il corpo a disintossicarsi

La dieta metabolica: come e perché

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

Il colesterolo: amico o nemico?

L’eccezionale ricchezza nutritiva del lievito di birra

EFT, tecniche di liberazione emozionale

La couperose o rosacea: cos’è e come si combatte

Gli oli essenziali: il fior di loto

I filtri solari: abbronzarsi proteggendo la pelle

Proteggere gli occhi davanti al computer

Intestino sempre in forma

Proteine vegetali, proteggono l’apparato cardiovascolare

Psoriasi e stress

Applicazioni pratiche di acqua e sale

Pelle e purificazione: la frizione a secco

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

Usi e benefici dell’olio di cocco

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

L’importanza di un buon sonno

Latte e oli essenziali, per un bagno da regina!

Oli essenziali per combattere i chili di troppo

La camminata veloce: la corretta andatura

10 buone regole per esporsi al sole (per l’abbronzatura perfetta)

I difetti della vista: guarire si può, con la ginnastica oculare

Un massaggio rilassante

Come scegliere la scarpa giusta

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

Le diete iperproteiche: servono o no?

Bicarbonato di sodio: carta di identità

Le otto cure rivitalizzanti – recensione su Bottega Scriptamanent

Stress e invecchiamento precoce: 4 consigli per combatterli

Farsi un tatuaggio: i significati

L’efficacia del Nordic Walking

L’idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano

Una coccola per farti felice!

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

Carciofo crudo tutti i giorni per combattere la stanchezza e depurare

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

EBooklife: tutti gli ebook per il tuo benessere, e molto altro!

Labbra screpolate? Ecco un balsamo fai da te!

Guarire con le campane tibetane – recensione su La Stampa

Il massaggio ayurvedico del piede

I piedi ci parlano

Come affrontare le vampate in menopausa

Il massaggio californiano: l’arte del tocco

Che cos’è e a cosa serve l’oil pulling

Il digiuno, un incontro con se stessi

Intervista a Gianna Tomlianovich

Pelle spenta? Illuminala con una maschera!

Ancora uno… e poi basta – recensione su L’angolo del personal coaching

Perdere peso, una questione di energia

Nati per spendere?

10 buoni motivi per esporsi al sole (abbronzatura a parte…)

Consigli per la salute: difendersi dal caldo estivo con la fitoterapia, a cura di Luigi Torchio

Il canto è gioia, di Patrizia Saterini

Esercizi antirughe per il contorno occhi

Geometria della guarigione – recensione su La mente mente

Mal di schiena? Dolori cervicali? Attenzione alla postura!

Mudra, la danza delle mani

Scrub zucchero, mandorle e miele

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

…E dopo i cenoni, mi depuro!

Troppi antibiotici nel nostro corpo: mangi carne e ingerisci antibiotici

Purificarsi col respiro

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici

Siamo tutti disidratati?

Videointervista con Alida Dal Degan a SANA 2014

Il massaggio con gli oli essenziali

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Le articolazioni e il loro significato psicologico: la spalla

Proteggere i capelli dal sole

L’arte del riciclo

Le erbe amiche del fegato

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

La forza nel freddo | Wim Hof

Bucce d’arancia: rifiuti o risorse?

A cosa giochiamo oggi? Il rilassamento come gioco

Le fusa del gatto, una frequenza guaritrice?

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

La salute a tavola: i superalimenti

Cosmesi e “lavaggio del cervello”: il parere della Slow Cosmétique

Il cambio degli armadi: come vestire bello e sano

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.