L’adolescenza, un’identità in rivoluzione 0
in Psiche ed emozioni

L’adolescenza, un’identità in rivoluzione

L’adolescenza è una fase della vita, ma soprattutto una condizione identitaria importante. Durante questo periodo, l’identità viene rimaneggiata per cercare di ottenere l’indipendenza: l’adolescente cerca di gestire il proprio Io. Decide di partire da solo alla ricerca di ciò che è, ritenendosi sufficientemente strutturato per conseguire questo scopo mentre, purtroppo, lo è solo in parte.

Nell’adolescenza si opera tutta una serie di cambiamenti, soprattutto fisici e fisiologici. Stimolato dagli ormoni sessuali e della crescita, l’adolescente vive sconvolgimenti sconcertanti. È di per sé vulnerabile in quanto soggetto, senza possibilità di controllo o di ribellione cosciente a questo vortice del corpo e dei pensieri.

È pertanto buona cosa “salutare” la pubertà e i cambiamenti del corpo che essa comporta, affinché l’adolescente, spesso solo, viva questa fase in maniera positiva e costruttiva. Deve egli stesso accompagnare i propri mutamenti e non subirli, affinché le pulsioni concomitanti siano egualmente bene accolte.

L’adolescente deve riuscire a superare la perdita dell’infanzia. Come ogni altro tipo di accettazione, ciò richiede del tempo. Ha bisogno di isolarsi, ma anche di essere accompagnato, perché molto spesso è preda di angosce di fronte a trasformazioni e mutamenti imposti che non comprende.

Questo è anche il periodo nel quale i modelli identificativi vengono rimessi in discussione. L’adolescente vuole emanciparsi dai genitori e dal modello da essi proposto. A tal fine procede spesso a una vera e propria distruzione della “formazione” strutturale stabilita dalla famiglia e dalla società: opposizione ai genitori, comportamenti provocatori… a quest’età, la creatività è la regola. L’adolescente ha bisogno di andare a cercare all’esterno nuovi modelli di identificazione, e vive in qualche modo un processo di separazione dai genitori, a rappresentare un’altra forma di elaborazione di una perdita.

Attraverso questi nuovi modelli, egli ha il desiderio di essere l’altro, ma soprattutto l’illusione che l’altro e lui non formino che una cosa sola. Qui c’è tutta la complessità dell’adolescenza, che non riesce a gestirsi da sola perché la sua identità non sempre è equilibrata ma, al contrario, cambia in maniera anche violenta rispetto a quando, da bambino, si identificava con i genitori per formarsi una prima ossatura.

L’adolescente vuole quindi emanciparsi. Reclama una condizione da adulto, ma senza averne ancora la capacità: sa di dipendere da altri sul piano affettivo ed economico. E tuttavia, per la prima volta, sarà lui a reclamare la trasformazione.

Tenta dunque di staccarsi utilizzando gli strumenti che lo hanno legato ai genitori: dipendenza affettiva, nutritiva e protettiva. Cercherà quindi di privilegiare amici e amiche, cercando di trascorrere più tempo con loro e dichiarando di essere abbastanza grande da non avere più bisogno di mamma e papà. Il denaro diviene più importante e il ragazzo impara a gestire le sue spese. Infine, diversi atti sociali attivano tali mutamenti e li rafforzano. Tutti hanno una portata simbolica: la maggiore età, la patente di guida, ma anche il diritto di voto.

Se ben gestito, il cambiamento dell’adolescenza porta all’acquisizione dell’indipendenza.

 

Tratto da:

 

 

 

 

Redazione

Summary
L’adolescenza, un’identità in rivoluzione
Article Name
L’adolescenza, un’identità in rivoluzione
Description
L’adolescenza è una fase della vita, ma soprattutto una condizione identitaria importante. Durante questo periodo, l’identità viene rimaneggiata per cercare di ottenere l’indipendenza: l’adolescente cerca di gestire il proprio Io. Decide di partire da solo alla ricerca di ciò che è, ritenendosi su...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Innamorarsi sempre delle stesse persone: i copioni inconsci

L’ansia e la mente catastrofica

Simboli dei sogni: LE PARTI DEL CORPO

Liberarsi dalle ripetizioni familiari negative

Come combattere la depressione stagionale

IL CANTO ARMONICO di ROBERTO LANERI

Anche l’occhio vuole la sua parte

Il significato psicosomatico delle malattie

L’interpretazione dei sogni

La paura

Come si manifesta la depressione

Mindfulness per super mamme in cinque minuti

Divieto di scarico!

Il segreto delle guarigioni eccezionali

Scopri chi sei con gli archetipi della tua personalità

Mindfulness in famiglia: meno crisi e più serenità!

Slow life: apprezzare il cammino, oltre che la meta

Attenti ai manipolatori!

Intervista a Nirodh Fortini

Stress? Impara a coccolarti e ritrova la tua serenità mentale

Control freak: le personalità controllanti

Riconoscere la violenza psicologica

La forza delle emozioni

Cos’è lo stress e come ridurlo

I fantasmi di un amore passato

Saper riconoscere le proprie emozioni

In ordine di nascita: il primogenito

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Gli autosabotatori

Simboli dei sogni: LA VITA E LA MORTE

Esercizio di sofrologia: dalla contrazione alla decontrazione

Il lutto: perdita ed elaborazione

Come esprimere la collera in maniera costruttiva

Un autosabotatore: il silenzio

I pensieri ci fanno ammalare?

Esercizio pratico di felinità: sorridi!

Le nostre convinzioni possono guarirci?

Il perfezionismo: dal desiderio di far bene all’ossessione

I sogni ricorrenti: cosa sono e il loro significato

La dipendenza affettiva: quando l’amore fa soffrire

Quando ci mettiamo in gabbia da soli…

La mente è il corpo

Viaggi nel tempo: realtà o illusione?

I sogni ci comunicano informazioni preziose

Le principali piante medicinali per attacchi di panico

Perché incontro sempre l’uomo sbagliato?

Ecco perché ingrassiamo quando siamo stressati

Il Toxoplasma, parassita che influenza il comportamento di uomini e topi

Che “emisfero” siamo?

Canto armonico, intervista e video di Roberto Laneri

La mente subconscia e il potere del cambiamento

Simboli dei sogni: GLI ANIMALI

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Amore e dipendenza affettiva

Il senso di colpa

Come funziona l’intuizione

Concentrarsi sul presente: una vera e propria terapia di Mindfulness

Imparare a dire no

Esercizio di meditazione per superare un lutto

L’arte della fusione con l’altro

Avere successo in amore: elogio della vulnerabilità

San Patrizio: il trifoglio, il verde, il folletto e l’arcobaleno

Trasforma otto emozioni letali in emozioni sane – recensione su La mente mente

Insonnia e meditazione

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. Aiutare gli adolescenti a sviluppare fiducia in se stessi | Liberi di Leggere

    […] L’adolescenza è una dura prova in famiglia. Il cambiamento di comportamento ne è l’essenza stessa. L’andamento scolastico può peggiorare perché le difficoltà aumentano. La durata e il ritmo del sonno si evolvono: andare a letto più tardi diventa sempre più frequente. L’umore è spesso molto fluttuante. Ansia e atteggiamenti di superiorità si alternano in contraddizione tra loro. Il rinchiudersi in se stessi, l’importanza degli amici della propria età, la certezza che i genitori sono arcaici e limitati fanno parte del gioco. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.