Capodanno cinese 2015: l’anno della Capra

Capodanno cinese 2015: l’anno della Capra

Il 19 febbraio 2015 si celebra il Capodanno cinese, basato sul calendario lunisolare che fa iniziare l’anno con la seconda luna nuova dopo il Solstizio d’inverno. Il Capodanno cinese – o Festa della Primavera – è una festività molto sentita dalle comunità cinesi di tutto il mondo, che la celebrano con danze, fuochi d’artificio, lanterne, draghi e con il colore rosso, di buon auspicio.

Il 2015 sarà l’anno della Capra (o Pecora) e si concluderà il 7 febbraio 2016. Chi nasce nell’anno della Capra possiede un innato senso artistico, grande creatività e fantasia. Ama tutto ciò che è bello e possiede un naturale senso dell’eleganza. Questi nati sono inoltre caratterizzati una grande generosità verso gli altri e di un forte altruismo: danno senza aspettarsi nulla in cambio. Sentimentali e sognatori, hanno tuttavia la tendenza a lasciarsi prendere facilmente dallo scoraggiamento e dalla tristezza, soprattutto quando non riescono a raggiungere prontamente quello a cui puntano.

Di temperamento timido e sentimenti delicati, la Capra ha un forte bisogno di affetto, tenerezza e romanticismo, che a volte rischia di debordare nel sentimentalismo estremo. La sua fragilità in questo campo la rende bisognosa di un partner che la rassicuri e la ricopra di attenzioni.

Anticonformista, non ha molta simpatia per le regole. Chi ha un amico Capra farà bene a mettersi l’animo in pace: questo segno non va d’accordo con la puntualità!

 

La Capra: carta d’identità

  • Stagione: estate, mese di luglio
  • Segno occidentale affine: Cancro
  • Segni cinesi compatibili: Coniglio (o Lepre) e Cinghiale
  • Segno opposto: Bufalo

 

Avete voglia di festeggiare l’avvento dell’anno della Capra con una cenetta “d’ispirazione cinese”? Eccovi alcuni spunti sani e gustosi!

Alghe croccanti alle mandorle

Per 4 persone

  • 350 g alghe a scelta
  • 350 g spinaci
  • Olio di arachidi (per friggere)
  • Pepe macinato fresco
  • Anacardi e mandorle sbucciate
  • Semi di sesamo
  1. Reidratate le alghe ammollandole per mezz’ora (o più, secondo le alghe scelte) in acqua. Scolatele e asciugatele per bene.
  2. Lavate e asciugate gli spinaci. Metteteli da parte.
  3. Preriscaldate il forno a 180°C. Adagiate su una teglia da forno gli anacardi e le mandorle. Infornate e tostate per una decina di minuti.
  4. Tagliate a pezzetti le alghe e tuffatele assieme agli spinaci nell’olio caldo (attenzione che non sia troppo caldo, altrimenti le verdure bruceranno subito). Friggete per qualche secondo e scolate.
  5. Adagiate alghe e spinaci su un piatto da portata, pepate e guarnite con anacardi, mandorle e semi di sesamo.

Le alghe così preparate sono ottime con del tofu alle arachidi.

 

Uova verdi marmorizzate

Si tratta di una variante delle classica ricetta cinese delle uova al tè e si usa tè verde invece di nero. Quando si tolgono i gusci incrinati, l’albume dell’uovo avrà assunto una tonalità verde pallido, con un motivo dato dalle incrinature sul guscio.

Per 6-12 porzioni

  • Da 6 a 12 uova
  • ¼ tazza tè verde sfuso (Jade Oolong o pouchong)
  1. Fate bollire le uova in una casseruola d’acqua fino a che non sono sode. Toglietele dall’acqua e battetele delicatamente, incrinando tutto il guscio, ma senza rimuoverlo.
  2. Aggiungete il tè verde all’acqua e fate delicatamente cuocere le uova per altri dieci, quindici minuti. Togliete e lasciate raffreddare.
  3. Servitele intere o tagliate a metà, con il lato tagliato rivolto verso il basso, su un letto di lattuga romana e con una delicata salsa a base di maionese.

 

Tofu saltato allo zenzero

Per 4 persone

  • 4 fette tofu
  • 1 radice zenzero
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cucchiaio coriandolo fresco
  • 30 ml + 2 cucchiai olio di semi di soia
  • 1 cucchiaio salsa di soia
  • 2 cucchiai acqua
  • 1 cucchiaio succo di limone
  • 2 cucchiai miele
  1. Tagliate a triangoli le fette di tofu.
  2. Tritate finemente la radice di zenzero, lo spicchio d’aglio e il coriandolo fresco. Unite questi ingredienti a una marinata preparata con l’olio di soia, la salsa di soia, l’acqua, il succo di limone e il miele. Fate marinare il tofu in questa salsa per un’ora.
  3. In una padella, rosolate il tofu in 30 ml di olio di soia. Mettete da parte.
  4. Deglassate la padella con la marinata e fate ridurre. Versate sul tofu. Servite con verdure tagliate a pezzettoni (peperoni, sedano, cipolle ecc.).

 

Ricette tratte da:

 

 

 

 

1 comment

Trackbacks & Pingbacks

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.