I pensieri ci fanno ammalare? 0
in Psiche ed emozioni

I pensieri ci fanno ammalare?

La classica distinzione della filosofia occidentale tra corpo e psiche viene oggi perlopiù respinta da posizioni materialistiche. Così per esempio la medicina cerca di localizzare nel cervello e di trattare con i farmaci le cause di disturbi psichici, come psicosi o depressioni. Il cervello però è un organo, non un elemento costitutivo dello spirito. E i farmaci sono sostanze, quindi appartengono in egual modo all’ambito del corporeo. Al contrario, lo spirito è un’informazione organizzante e quindi immateriale, non fisica, esattamente come un programma per PC, una ricetta di cucina o una canzone, i quali non sono fatti di materia, bensì di informazioni.

Ciò che è immateriale non può essere modificato con interventi materiali, mentre il contrario invece ha un suo riscontro: lo spirito modella la materia. Noi esseri umani non siamo solo un corpo biologico fatto di carne, sangue e ossa. Siamo qualcosa di più, abbiamo indubbiamente pensieri e sentimenti, impulsi elettromagnetici che vengono elaborati dal nostro sistema nervoso, in particolare dal cervello, e che influiscono sulla nostra “fabbrica chimica”, sul nostro metabolismo.

Una classica malattia somatica può essere vista come un’acquisita limitazione a livello funzionale sulla base di cause puramente fisiche, quindi biologiche o chimiche. Queste cause possono ricondursi a radiazioni, uso della forza, mutazioni, virus, batteri, sostanze tossiche, pressione o temperatura. Se mi cade un martello sul piede non ho bisogno di un padre spirituale, bensì di un medico. Se vengo travolto da un autobus non mi interessa affatto ascoltare qualcuno o riflettere sui miei errori; piuttosto ho bisogno di un calmante, di una flebo di glucosio e di una sacca di sangue.

Ma questi interventi sono inutili in presenza di un sintomo psicosomatico. Perché quest’ultimo vede la sua origine in un’informazione, in un pensiero. Le situazioni che inducono a fumare troppo, a prendere troppo spesso l’influenza o a soffrire di disturbi del ritmo cardiaco non sono traumi dovuti a un martello o all’azione di sostanze tossiche, bensì informazioni che suscitano reazioni biochimiche di stress continuo a livello subconscio!

Un esempio: se durante la notte, coricati nel vostro letto, sognate che la camera sta andando in fiamme, il vostro corpo manifesterà sintomi di stress: aumento del battito cardiaco, accelerazione del respiro, sudorazione – anche se di fatto non si è verificato alcun incendio. Sono i vostri pensieri a esercitare un’influenza sul corpo. Vengono secreti ormoni solo perché credete che sia accaduto qualcosa! Il pensiero può farvi ammalare e addirittura uccidervi, ma allo stesso tempo il pensiero può agire in modo che il corpo si rigeneri. Il corpo fa ciò che noi – in uno stato conscio, inconscio e subconscio – gli diciamo di fare.

Possiamo dunque vedere un sintomo come la manifestazione esteriore di una condizione interiore, di uno stato d’animo, non una malattia. Tuttavia i sintomi possono senza dubbio esercitare un’azione dannosa sul piano organico. Un sintomo è sempre il risultato di una paura che viene generalizzata ed estesa a fattori scatenanti simili. Il contesto biochimico vede attivi i cosiddetti ormoni dello stress, che alla lunga debilitano l’organismo e ne limitano il comportamento. Tramite una presa di coscienza e la reinterpretazione delle cause scatenanti al fine di rimuovere la generalizzazione, è possibile richiamare alla memoria l’origine dei traumi alla base, in modo da elevarne la consapevolezza e renderli innocui.

 

Tratto da:

 

 

 

 

 

Summary
I pensieri ci fanno ammalare?
Article Name
I pensieri ci fanno ammalare?
Description
La classica distinzione della filosofia occidentale tra corpo e psiche viene oggi perlopiù respinta da posizioni materialistiche. Così per esempio la medicina cerca di localizzare nel cervello e di trattare con i farmaci le cause di disturbi psichici, come psicosi o depressioni. Il cervello però è...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Il segreto delle guarigioni eccezionali

IL CANTO ARMONICO di ROBERTO LANERI

I sogni ricorrenti: cosa sono e il loro significato

Liberarsi dalle ripetizioni familiari negative

L’adolescenza, un’identità in rivoluzione

Perché incontro sempre l’uomo sbagliato?

Il significato psicosomatico delle malattie

Simboli dei sogni: LA VITA E LA MORTE

L’arte della fusione con l’altro

Ecco perché ingrassiamo quando siamo stressati

Concentrarsi sul presente: una vera e propria terapia di Mindfulness

Stress? Impara a coccolarti e ritrova la tua serenità mentale

La mente è il corpo

Il senso di colpa

Riconoscere la violenza psicologica

San Patrizio: il trifoglio, il verde, il folletto e l’arcobaleno

Quando ci mettiamo in gabbia da soli…

L’ansia e la mente catastrofica

Come funziona l’intuizione

Intervista a Nirodh Fortini

Le principali piante medicinali per attacchi di panico

Gli autosabotatori

La dipendenza affettiva: quando l’amore fa soffrire

Control freak: le personalità controllanti

Come si manifesta la depressione

Le nostre convinzioni possono guarirci?

Innamorarsi sempre delle stesse persone: i copioni inconsci

Insonnia e meditazione

Simboli dei sogni: GLI ANIMALI

In ordine di nascita: il primogenito

Cos’è lo stress e come ridurlo

La forza delle emozioni

Attenti ai manipolatori!

Amore e dipendenza affettiva

Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Il lutto: perdita ed elaborazione

L’interpretazione dei sogni

Esercizio di sofrologia: dalla contrazione alla decontrazione

Esercizio pratico di felinità: sorridi!

I fantasmi di un amore passato

Avere successo in amore: elogio della vulnerabilità

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Divieto di scarico!

Saper riconoscere le proprie emozioni

Anche l’occhio vuole la sua parte

Un autosabotatore: il silenzio

I sogni ci comunicano informazioni preziose

Come combattere la depressione stagionale

Il perfezionismo: dal desiderio di far bene all’ossessione

La paura

Trasforma otto emozioni letali in emozioni sane – recensione su La mente mente

Che “emisfero” siamo?

Scopri chi sei con gli archetipi della tua personalità

Mindfulness per super mamme in cinque minuti

Come esprimere la collera in maniera costruttiva

Imparare a dire no

La mente subconscia e il potere del cambiamento

Slow life: apprezzare il cammino, oltre che la meta

Viaggi nel tempo: realtà o illusione?

Simboli dei sogni: LE PARTI DEL CORPO

Esercizio di meditazione per superare un lutto

Canto armonico, intervista e video di Roberto Laneri

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. La mente subconscia e il potere del cambiamento | Liberi di Leggere

    […] mente subconscia è un enorme deposito di tutte le informazioni arrivate a una persona. Possiamo paragonarla a un’immensa biblioteca con uno schedario altrettanto immenso che cataloga […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.