Frutta e semi oleaginosi, un concentrato di energia 0
in Dieta e alimentazione

Frutta e semi oleaginosi, un concentrato di energia

La frutta oleaginosa ha un tenore di lipidi elevato, dal 50% al 60% circa e fornisce pressappoco 500, 600 calorie per 100 g (non è pertanto opportuno consumarne in quantità eccessiva). Essendo ricca di olio, è un alimento principalmente destinato al sistema neurosensoriale. Di fatto, cervello, sistema nervoso e pelle hanno un grande bisogno di acidi grassi essenziali, che si trovano nei grassi di questa frutta. Vediamo allora di conoscerla meglio.

 

Anacardi
Frutti dell’anacardio, gli anacardi sono originari del Brasile. Attualmente vengono coltivati in varie aree del pianeta, tra cui principalmente l’Africa. Ricchissimi di fosforo, magnesio e potassio, gli anacardi contengono anche ferro, calcio e zinco, nonché vitamina B ed E. Sono ricchissimi di acidi grassi monoinsaturi e vanno conservati al fresco, perché irrancidiscono presto. Attenzione, la loro digestione è lunga e laboriosa!

 

Arachidi
Le arachidi fanno anche parte della famiglia delle leguminose. Contengono all’incirca il 50% di grassi e sono piuttosto indigeste, a maggior ragione quando vengono tostate e salate. Ricche di protidi, sono però molto povere di fibre. Si tratta di un alimento assai energetico ma di digestione laboriosa. Attenzione all’allergia, che in alcuni casi può dimostrarsi molto grave.

 

Avocado
L’avocado è uno dei frutti oleaginosi tra i meno calorici (160 cal/100 g) ed è molto facile da digerire. Contiene acqua per il 60-70% ed è ricchissimo di potassio (630 mg/100 g), magnesio (41 mg/100 g) e zolfo (35 mg/100 g). L’avocado è ricco di vitamine idrosolubili (B, C e PP), ma soprattutto di vitamine liposolubili (A, D ed E). Viene molto utilizzato in cosmesi. Nella fattispecie, l’olio che ne è estratto viene incorporato a creme, lozioni e latte per la cura della pelle, perché la nutre e la idrata.

 

Carruba
Frutto del carrubo, la carruba sostituisce egregiamente il cioccolato, giacché non contiene teobromina. Inoltre, è ricca di calcio, pectina e zuccheri naturali. Contiene vitamina A e B. È molto meno grassa del cioccolato, perché arriva a circa il 2%, contro il 50% di quest’ultimo.

 

Mandorle
Le mandorle, frutti del mandorlo, sono apprezzate fin dalla notte dei tempi. Venivano infatti impiegate comunemente da Egizi, Mesopotamici, Greci, Romani e Galli, per citare alcune popolazioni. Ricche di potassio e di fosforo, sono anche apprezzabili fonti di calcio, ferro, magnesio, vitamina B ed E. Le mandorle sono un frutto energetico e un alimento per i nervi. Sono consumate dagli sportivi, perché una piccola quantità è sufficiente a dare parecchia energia.

 

Nocciole
Frutto del nocciolo, la nocciola viene coltivata in Cina da più di cinquemila anni. È ricca di minerali (calcio, magnesio, ferro, potassio, cloro, zolfo ecc.) e di vitamina A, B ed E. Tra tutta la frutta oleaginosa è quella che contiene più sostanze azotate (proteine: 15-16%) e la più facile da digerire. Assai nutriente, è anche energetica e vermifuga.

 

Noci
Frutto del noce, la noce è tra gli oleaginosi quella che racchiude più zinco e rame. Costituisce una buona fonte di minerali in generale e di vitamina A, B, C e P. I suoi grassi contengono all’incirca l’86% di acidi grassi insaturi, tra i quali anche omega-3. La noce è un buon vermifugo, un ottimo lassativo dolce e un antiparassitario. Ai vegetariani si consiglia di includerla nella loro alimentazione, perché è molto nutriente. La noce è altresì raccomandata in certi casi di dermatosi. È una fonte di melatonina naturale, il che la rende un alimento che regola i cicli del sonno e della veglia.

 

Semi di girasole
I popoli dell’America centrale utilizzano i semi di girasole da cinquemila anni. Assai nutrienti, sono ricchi di ferro, rame, fosforo e calcio, senza dimenticare la vitamina A, B, D ed E. Costituiscono una buona fonte di lecitina e pectina.

 

Semi di lino
Il lino è utilizzato fin dall’antichità per la fabbricazione di tessuti e l’alimentazione umana. Ricchissimi di fibre solubili e insolubili, i semi di lino sono anche un’ottima fonte di acidi grassi omega-3, fatto particolarmente raro nei vegetali.

 

Semi di sesamo
Se integri, i semi di sesamo sono una delle fonti alimentari di calcio più elevate. Sono ricchi di ferro, potassio, vitamina B ed E. Costituiscono inoltre una buona fonte di mucillagini (azione lassativa) e di lecitina. Vanno masticati bene, perché altrimenti rischiano di attraversare intatti il tubo digerente.

 

Tratto da:

 

 

 

Image credits: margouillat photo/Shutterstock.com

Summary
Frutta e semi oleaginosi, un concentrato di energia
Article Name
Frutta e semi oleaginosi, un concentrato di energia
Description
La frutta oleaginosa ha un tenore di lipidi elevato, dal 50% al 60% circa e fornisce pressappoco 500, 600 calorie per 100 g (non è pertanto opportuno consumarne in quantità eccessiva). Essendo ricca di olio, è un alimento principalmente destinato al sistema neurosensoriale. Di fatto, cervello, sis...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Ricette: l’arancia

Ricette vegetariane per la dieta Dukan

La birra, protagonista del Saint Patrick’s Day

Ricette: la barbabietola

Ricette: l’aglio

La dieta metabolica: come e perché

Carciofo crudo tutti i giorni per combattere la stanchezza e depurare

In forma per l’estate, senza dieta!

Ricette: la mela

L’allattamento al seno può contribuire allo sviluppo emotivo e sociale del bambino

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

Ricette: il porro

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Come preparare il latte di riso in casa

I formaggi vegan: presentazione e show cooking

Ricette: il sesamo

Il latte fa male?

Formaggi vegan fatti in casa

Intervista a Pierre Pellizzari

Ricette: gli spinaci

Ricette: La pera

Ricette: il finocchio

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (terza parte)

Gli inganni dell’industria alimentare: l’olio di palma

Ricette: L’ananas

La dipendenza alimentare, una fame compulsiva

Gluten Sensitivity: la sindrome da sensibilità al glutine

Goji, la bacca dalle straordinarie proprietà terapeutiche

La salute a tavola: i superalimenti

Ricette: La zucchina

Bicarbonato di sodio: carta di identità

Ricette: La melanzana

Ricette: la carota

Le intolleranze alimentari, conferenza di Alessandro Targhetta

Ricette senza glutine: focaccia alle olive

Dimagrire con l’intestino

Intervista a Pierre Dukan – parte I

Una giornata “fruttaliana”

Ricette: il basilico

La crusca d’avena e i suoi benefici per la salute

Troppi antibiotici nel nostro corpo: mangi carne e ingerisci antibiotici

Ricette: gli asparagi

Vegan e senza glutine: è possibile?

Ancora uno… e poi basta – recensione su L’angolo del personal coaching

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

Proteine vegetali, proteggono l’apparato cardiovascolare

L’acrilammide, un veleno nascosto

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

L’indice glicemico ti rivela gli zuccheri nascosti

Ricette: La noce

Il colesterolo: amico o nemico?

Intestino sempre in forma

Ricette: le fragole

L’aglio, alleato della nostra salute

Ricette: Il miele

Intervista a Pierre Dukan – parte II

I pesticidi in frutta e verdura d’importazione

Ricette: il cavolfiore

Vegan senza glutine: Maria Alessandra Tosatti e Francesca Gregori a SANA 2016

Scelte alimentari autorizzate

Intolleranze alimentari: il ruolo di frumento e latticini

Regole e consigli per essicare al meglio frutta e verdura

La medicina naturale: dieta sana e igiene di vita

Consigli per la salute, di Luigi Torchio: un aiuto dalla fitoterapia per dimagrire

Cellulite addio: un occhio all’alimentazione

Ricette: i ceci

Carenza di minerali, una delle cause principali dell’acidosi

Il digiuno, un incontro con se stessi

Il reishi: storia e proprietà del fungo curativo per eccellenza

I germogli: perché consumarli e che benefici hanno

La crusca di avena – recensione su EcoCoaching

Ricette: la colazione vegan

Salute e longevità: i segreti dei “popoli centenari”

Diventare vegani: a ciascuno la sua ricetta!

Raw food: il crudismo, delizioso amico della linea

Il cioccolato: gusto e salute

Ricette: la cipolla

Intervista al dottor Luigi Torchio

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

Ricette: funghi curativi

L’intolleranza al glutine nei bambini

Siamo tutti disidratati?

Zenzero – recensione su EcoCoaching

La curcuma, una spezia-farmaco?

Ciò che non sai sul cibo e che potrebbe salvarti la vita: Stefano Momentè a SANA 2015

Bambini e alimentazione veg: imparare ad apprezzare nuovi sapori

Ricette: i fagioli

Ricette: l’orzo

…E dopo i cenoni, mi depuro!

Il tè di gelsomino e la circolazione del Qi

Ricette: le mandorle

La quinoa, superalimento con una marcia in più

Ricette: lo zenzero

Ricette: il pomodoro

Che cos’è l’equilibrio acido-base?

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Una giornata del cavolo (riccio, però)

Il sale marino, elisir di lunga vita

Ricette: l’uva

Ricette: le fave

Ricette: il carciofo

Ricette: il mais

L’importanza dei metodi di cottura

La clorofilla: un’alleata per la salute

Ricette: il miglio

Come prepararsi al digiuno

Le otto cure rivitalizzanti – recensione su Bottega Scriptamanent

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

Ricette: La castagna

Caffè: amico o nemico?

Frullati estivi per un pieno di energia

Ricette: la menta

Alimenti acidificanti, alcalinizzanti e acidi

La medicina nel piatto: le proprietà dello zenzero

Dieta vegana: salvaguardi la salute, riduci l’inquinamento, rispetti la natura e gli animali

Ricette: il melograno

Il magico mondo delle spezie

Le diete iperproteiche: servono o no?

Ricette: il prezzemolo

I benefici delle verdure fermentate: preparare i crauti

Disintossicazione d’autunno

Ricette: la rucola

L’importanza della vitamina B12 per adulti e bambini veg

Frullati VS centrifugati: proprietà e differenze

Ricette: il peperone

Come far mangiare le verdure ai bambini

Alimenti fermentati per conservare i valori nutrizionali del cibo

Sesso, desiderio e alimentazione: 6 stimolanti naturali

Le alghe, verdure di mare amiche della linea

Vegetarianismo: Carne insostituibile? Gli italiani non la pensano così!

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

Ricette: l’albicocca

Storica decisione dello IARC: le carni rosse lavorate sono cancerogene come l’amianto

Ricette: il radicchio

Perché mio figlio ha bisogno di una dieta vegetale e integrale? Conferenza di Nicla Signorelli

Ricette: il sedano

Ricette: la banana

La cura delle mele: rivitalizzare e disintossicare

L’eccezionale ricchezza nutritiva del lievito di birra

Ricette: i piselli

Come conservare la nostra salute

Ricette: la patata

La quinoa: ricette dolci

Gli antiossidanti: protezione naturale grazie a frutta e verdura

Lo zucchero, un dolce veleno

Soia Edamame: buona, salutare e rigorosamente italiana

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.