Gustose, calde e fragranti: le focacce salate 0
in Ricette vegANDveg

Gustose, calde e fragranti: le focacce salate

Il nome “focaccia” deriva dal tardo latino focus (=fuoco) attraverso l’aggettivo “focacius” (al femminile “focacia”), che significava “attinente al fuoco” e quindi anche “cotto con il fuoco”. Tale nome oggi sta a significare una pasta di pane insaporita con ingredienti di vario tipo, che vanno aggiunti sopra l’impasto, incorporati durante la lavorazione oppure “ricoperti” con la pasta stessa, dando alla focaccia forme e sapori che variano da regione a regione.

Già i Fenici, e in particolare i Cartaginesi, usavano unire alla pasta di pane altri ingredienti. Lo storico Plinio ricorda che i Cartaginesi preparavano focacce buonissime.

La focaccia dei Romani derivava da quella cartaginese ed era a base di farina di farro o di semola impastata con uova, formaggio e miele.
Le focacce continuarono ad apparire sulle mense anche nei secoli successivi e in tutti i ceti sociali, diversificandosi da regione a regione. Ecco dunque a Genova trionfare le famose focacce salate e la torta pasqualina, a Napoli i “calzoni”, in Umbria le “schiacciate”, in Calabria le “pitte”, in Sicilia le “impariate”, tanti modi di preparare (e chiamare) la semplice, ma gustosissima focaccia.

 

Focaccia di cipolle alla ligure

Per 4 persone

  • 300 g di farina bianca di grano duro
  • 4 cipolle novelle
  • un decilitro d’olio
  • sale
  • pepe nero in grani

 

Versare la farina sulla spianatoia e impastarla con un decilitro circa d’acqua tiepida leggermente salata. Lavorare energicamente per una decina di minuti, dividere l’impasto in due parti uguali e stenderle con il matterello, sulla spianatoia infarinata, in due dischi sottili. Sistemare uno dei dischi in una teglia unta d’olio, distribuirvi sopra le cipolle affettate, salare, pepare, irrorare con abbondante olio. Ricoprire con il secondo disco, facendo aderire bene i bordi al disco sottostante. Cuocere in forno molto caldo finché la focaccia sarà ben colorita.

 

Tratto da:

 

 

 

Image credits: Alena Haurylik/Shutterstock.com

Summary
Gustose, calde e fragranti: le focacce salate
Article Name
Gustose, calde e fragranti: le focacce salate
Description
Il nome "focaccia" deriva dal tardo latino focus (=fuoco) attraverso l’aggettivo "focacius" (al femminile "focacia"), che significava "attinente al fuoco" e quindi anche "cotto con il fuoco". Tale nome oggi sta a significare una pasta di pane insaporita con ingredienti di vario tipo, che...
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Ricette: torte vegan

Ricette: i piselli

Ricette: il pomodoro

Fumanti, saporite e veloci: le zuppe invernali

Ricette: ravioli dolci ripieni al forno

Ricette: il peperone

Ricette: il porro

Ricette: La noce

Ricette: marmellate, sott’oli e chutney con la frutta e la verdura invernali

Ricette: la carota

Ricette: il melograno

Ricette: l’albicocca

Ricette: il tempeh

La salute a tavola: i superalimenti

Ricette: formaggi vegan

Ricette regionali: “risi e verze” (Veneto)

Mangiare vegano fuori casa

Formaggi vegan fatti in casa

Ricette: La castagna

Ricette vegetariane per la dieta Dukan

Ricette: il rosmarino

Ricette: il miglio

Ricette: la patata

Ricette: la banana

Ricette: i ceci

Ricette: gli gnocchi di zucca

Ricette: la chia

Ricette: l’uva

Ricette: La zucchina

Ricette: cocktail e aperitivi? Sì, ma sani e analcolici!

Ricette: funghi curativi

Ricette: le mandorle

Ricette: l’orzo

Ricette: menù di Pasqua

Ricette: le alghe

Ricette: la mela

Ricette: l’açaí

Ricette: la menta

La birra, protagonista del Saint Patrick’s Day

Ricette: il carciofo

Ricette: il cavolo nero

Come preparare il latte di riso in casa

Ricette: la zucca

Capodanno cinese 2016: l’anno della Scimmia

Capodanno cinese 2015: l’anno della Capra

Ricette: il cavolfiore

Ricette: gelati e ghiaccioli raw

I mille usi del tè verde

Diventare vegani: a ciascuno la sua ricetta!

Ricette: l’aglio

Ricette: Il miele

Ricette: gli asparagi

Biscotti per tutti i gusti!

Ricette: L’ananas

Ricette: le lenticchie

L’avocado, amico della linea e della bellezza

Ricette: gli spinaci

La pizza, curiosità e ricette

Ricette: la rucola

Ricette: zuppe estive

La quinoa: ricette dolci

Ricette: la colazione vegan

Ricette: i falafel

Ricette: il picnic di Pasquetta

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Ricette: lo zenzero

Ricette: il mais

Ricette: la cipolla

Ricette: le fave

Ricette: la crusca d’avena

Ricette senza glutine: focaccia alle olive

Ricette: il minestrone, una sinfonia di sapori

Ricette: le fragole

Carnevale vegan!

Ricette: il seitan

Ricette: il prezzemolo

Ricette: il finocchio

Ricette: pasta fredda vegan

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (terza parte)

Ricette: il radicchio

Ricette: insalate estive

Frullati estivi per un pieno di energia

Regole e consigli per essicare al meglio frutta e verdura

Ricette: tiramisù vegan

Raw food: il crudismo, delizioso amico della linea

La curcuma, una spezia-farmaco?

I benefici delle verdure fermentate: preparare i crauti

Ricette: fondant al cioccolato

I formaggi vegan: presentazione e show cooking

Ricette: La melanzana

Voglia di dolci e biscotti alle spezie?

Gli gnocchi e il Carnevale

Ricette: un San Valentino allo zenzero

Ricette: il gazpacho

Cenone vegan? Qualche idea per il menù

Ricette: i fagioli

I germogli: perché consumarli e che benefici hanno

Il pomodoro: la classica passata e altre ricette

Ricette: la barbabietola

Ricette: il basilico

Ricette: La pera

La quinoa, superalimento con una marcia in più

Biscotti e dolcetti: ricette per un Natale cruelty free

Come far mangiare le verdure ai bambini

Ricette: il sesamo

Ricette: il sedano

Ricette: l’arancia

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.