Come scegliere la scarpa giusta 0
in Benessere e bellezza Salute naturale

Come scegliere la scarpa giusta

La scarpa in sé offre dei vantaggi. Protegge il piede da lesioni o disturbi che potrebbero insorgere per effetto di un terreno innaturale come l’asfalto, offre una difesa da eventuali ferite da taglio causate da oggetti appuntiti o a spigoli vivi e una protezione dal freddo; inoltre, conferisce un’aura di cura ed eleganza all’individuo visto nel suo contesto sociale.

Una buona calzatura è dunque un elemento fondamentale della cura del piede, tuttavia le scarpe spesso tendono a snaturare la configurazione anatomica dell’andatura umana. Vediamone alcuni tipi.

 

Tacchi alti
Qui il peso viene spostato sull’avampiede, con un conseguente carico elevato per i tendini e per le articolazioni delle dita. I tacchi alti favoriscono il configurarsi delle dita ad artiglio, perché l’arco traverso viene schiacciato, in quanto sottoposto a una forte pressione, e nel contempo anche l’alluce viene spinto verso l’esterno, il che produce una torsione dell’articolazione metatarso-falangea.

 

Scarpe a becco d’anatra
Sono scarpe che terminano a punta e quindi schiacciano e comprimono l’avampiede causando grossi problemi a livello dell’articolazione basale dell’alluce e del quinto dito. Se non si interviene con un cambiamento, può insorgere il cosiddetto hallux rigidus (alluce rigido), che si presenta con un ingrossamento dell’articolazione. Inoltre, possono formarsi calli e riscontrarsi sensazioni di bruciore a livello dell’avampiede.

 

Scarpe con plateau
Camminare indossando calzature con plateau significa mettere il piede nelle condizioni di “spiattellarsi” letteralmente nella scarpa, senza quasi possibilità di articolare un movimento. In più, queste scarpe sono molto dure e quindi si profila il rischio di lesioni a livello dell’articolazione, per effetto di slogature o distorsioni. Infine, possono verificarsi danni alle ginocchia, con carichi eccessivi sulle articolazioni.

 

Scarpe da ginnastica
Di norma hanno un senso solo se usate per il jogging su terreni duri, in modo da ammortizzare l’impatto del tallone. Chi utilizza queste calzature per uno stile di corsa che vede prima l’appoggio dell’avampiede noterà presto che la suola morbida può provocare danni evidenti all’avampiede. In generale, indossare scarpe da ginnastica produce un indebolimento della muscolatura del piede, perché quest’ultima non riceve controimpulsi, il che favorisce il configurarsi di un piede piatto o valgo. Con una frequenza impressionante si verificano problematiche che interessano il tendine di Achille e una sofferenza del ginocchio (ginocchio del podista) nel suo versante interno.

 

Infradito
Provocano una torsione dell’articolazione del primo e del secondo dito. Inoltre, non offrono alcun sostegno, tanto che coloro che le indossano “ciabattano” sul terreno più che camminare. Il piede “nuota” sulla base della scarpa senza quasi trovare appoggio, cosicché le dita devono serrarsi ad artiglio. Inoltre il peso del corpo “si schianta” sul tallone, con conseguenze estreme.

 

Pantofole
Per le pantofole vale sostanzialmente quanto appena detto per le infradito. Se non volete rinunciare alle pantofole, indossate solo quelle che offrono sostegno al collo del piede e al tallone.

 

Scarpe della salute
A un primo sguardo si pensa che queste scarpe siano l’ideale. A pianta larga e con una suola fabbricata ad hoc, offrono sì spazio alle dita, ma non sostengono il movimento del piede. In compenso sostengono troppo il piede stesso, nel senso che agiscono come un plantare permanente che quindi può risultare doloroso. Chi le indossa avrà meno problemi al piede, ma ne avrà all’articolazione, alle ginocchia e alla colonna vertebrale, perché si verifica una trasmissione attraverso la catena muscolare.

 

Scarpe con tacco a cuneo
Tra tutte le scarpe sono quelle che offrono le migliori prospettive, poiché i tacchi sono spesso più larghi e quindi, nell’ambito di una normale deambulazione che vede l’appoggio sul tallone per poi impostare correttamente il passo, il peso si distribuisce di solito in maniera più uniforme su tutta la pianta del piede.

 

Ballerine
La suola è piatta, con un cosiddetto tacco zero, nel senso che il piede si trova a distanza zero da terra sia a livello del tallone che della punta. Anche la tomaia è perlopiù morbida, flessibile ed estensibile. Il problema è che in genere la lunghezza interna non è adeguata e sufficiente per il piede. La caratteristica delle ballerine è in primo luogo il “corredo” ridotto. La suola è sottile e quella interna manca del tutto. Il piede trova sostegno solo in corrispondenza delle dita e del tallone, perlopiù per mezzo di un elastico. Il punto è che la scarpa può “tenere” solo se la sua lunghezza interna è perfettamente commisurata a una suola “tesa” tra avampiede e retropiede. Nella ballerina invece le dita si trovano compresse in punta e soltanto la tomaia morbida permette al piede di allargarsi un po’ di lato, cioè debordando dal margine della suola. Poiché chi indossa le ballerine non adatta la propria andatura alle caratteristiche della scarpa e in più la suola è priva di ammortizzazioni, ogni passo implica per il tallone un forte impatto, con una conseguente vibrazione di tutto il piede che si trasmette direttamente all’articolazione.

 

Attenzione dunque alla scelta delle scarpe; prendete sempre in considerazione la vostra postura e i punti deboli dei vostri piedi, così da limitare quanto più possibile i danni concedendovi, nel contempo, le scarpe che più vi piacciono, cercando di seguire una norma di buonsenso: alternare i tipi di scarpa, anche più volte al giorno.

 

Tratto da:

 

 

 

 

Image credits: Kaspars Grinvalds/Shutterstock.com

 

 

Summary
Come scegliere la scarpa giusta
Article Name
Come scegliere la scarpa giusta
Author
Publisher Name
Edizioni il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Il lato positivo – recensione su Nuove pagine

La “vera” deambulazione a piedi nudi: come si configura

Dieta alcalinizzante è sinonimo di salute

Gli antiossidanti: protezione naturale grazie a frutta e verdura

La clorofilla: un’alleata per la salute

Mal di schiena? Dolori cervicali? Attenzione alla postura!

Un massaggio rilassante

L’importanza di un buon sonno

Tempo di esami: un aiuto per memoria e concentrazione

L’aglio, alleato della nostra salute

La betulla: un prezioso alleato per la depurazione primaverile

Le diluizioni in omeopatia

Mani che guariscono: il Quantum-Touch

Piante medicinali: i chiodi di garofano

Rimedi per la cistite

EBooklife: tutti gli ebook per il tuo benessere, e molto altro!

Come prepararsi al digiuno

10 motivi per cui scegliere di praticare la camminata veloce

Che cos’è e a cosa serve l’oil pulling

Carciofo crudo tutti i giorni per combattere la stanchezza e depurare

Regole generali per un’alimentazione contro i funghi

Bucce d’arancia: rifiuti o risorse?

Le otto cure rivitalizzanti – recensione su Bottega Scriptamanent

Il reishi: storia e proprietà del fungo curativo per eccellenza

La dieta metabolica: come e perché

Il latte fa male?

L’argento colloidale: usi e proprietà

La salute passa anche dalla lingua – parte II

I piedi ci parlano

L’indice glicemico ti rivela gli zuccheri nascosti

EFT, tecniche di liberazione emozionale

Pronto soccorso aromatico per gli sportivi

Il lato positivo – recensione su L’angolo del personal coaching

Proteggere gli occhi davanti al computer

Il massaggio californiano: l’arte del tocco

L’eccezionale ricchezza nutritiva del lievito di birra

Che cos’è l’equilibrio acido-base?

Le articolazioni e il loro significato psicologico: la spalla

A cosa giochiamo oggi? Il rilassamento come gioco

Troppi antibiotici nel nostro corpo: mangi carne e ingerisci antibiotici

…E dopo i cenoni, mi depuro!

Il sale marino, elisir di lunga vita

Cos’è e come si manifesta la sindrome del colon irritabile

Caffè: amico o nemico?

Esercizio: la respirazione naturale

La forza nel freddo | Wim Hof

Depurare il fegato in primavera

Proteggere i capelli dal sole

La curcuma, una spezia-farmaco?

Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi

I difetti della vista: guarire si può, con la ginnastica oculare

La medicina nel piatto: le proprietà dello zenzero

Metodi naturali per curare allergie e intolleranze – recensione su La mente mente

Le punture d’insetto

Ancora uno… e poi basta – recensione su L’angolo del personal coaching

Nati per spendere?

Le fusa del gatto, una frequenza guaritrice?

Il massaggio con gli oli essenziali

La couperose o rosacea: cos’è e come si combatte

Il massaggio ayurvedico del piede

10 buone regole per esporsi al sole (per l’abbronzatura perfetta)

Esercizio di respirazione per armonizzare gli emisferi cerebrali

Latte e oli essenziali, per un bagno da regina!

Pelle e purificazione: la frizione a secco

L’esame della lingua nelle medicine orientali

Mudra, la danza delle mani

Come pulire la pelle secondo la Slow Cosmétique

Usi e benefici dell’olio di cocco

Come affrontare le vampate in menopausa

Intervista a Pierre Pellizzari

Esercizi antirughe per il contorno occhi

Cosmesi e “lavaggio del cervello”: il parere della Slow Cosmétique

L’idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano

La salute passa anche dalla lingua – parte I

Le erbe amiche del fegato

L’efficacia del Nordic Walking

Alimentazione e buonumore: mangiar sano per essere più felici

Disintossicarsi da metalli pesanti, tossine e inquinanti

Frullati VS centrifugati: proprietà e differenze

Purificarsi col respiro

Naso chiuso addio!

Il cambio degli armadi: come vestire bello e sano

Alimentazione e cancro: la dieta della prevenzione

Labbra screpolate? Ecco un balsamo fai da te!

L’echinacea, fiore della salute

Correre o camminare? Camminata veloce!

L’arte del riciclo

L’intolleranza al glutine nei bambini

Intestino sempre in forma

La crusca d’avena e i suoi benefici per la salute

Videointervista con Alida Dal Degan a SANA 2014

Guarire con le campane tibetane – recensione su La Stampa

Le diete iperproteiche: servono o no?

Il fungo Reishi

Scrub zucchero, mandorle e miele

Trattare l’allergia: il punto di vista della naturopatia

Meditazione fisica per la salute dello stomaco e dell’intestino

Il colesterolo: amico o nemico?

Una coccola per farti felice!

La chia, un piccolo seme dalle grandi virtù

I sintomi delle infezioni fungine o della candida

Le ore degli organi: guadagnare in salute e vitalità grazie ai ritmi corporei

Piante medicinali: il lampone

Perdere peso, una questione di energia

Omeopatia per bambini: il raffreddore

Il cioccolato, una miniera di benefici per la salute

Bicarbonato di sodio: carta di identità

Le proprietà degli oli essenziali

Carenza di minerali, una delle cause principali dell’acidosi

La cura delle mele: rivitalizzare e disintossicare

I filtri solari: abbronzarsi proteggendo la pelle

Siamo tutti disidratati?

Esercizio: tecnica veloce di automassaggio cinese

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (prima parte)

Mudra per la schiena

Dimagrire con l’intestino

La corsa dolce, per un benessere a ogni età

Geometria della guarigione – recensione su La mente mente

La salute a tavola: i superalimenti

Psoriasi e stress

Luca Fortuna: estratto di semi di uva rossa, un elisir di salute

Oli essenziali per combattere i chili di troppo

Gli antinfiammatori naturali: combatti l’infiammazione con le piante

Proteine vegetali, proteggono l’apparato cardiovascolare

L’importanza della masticazione alternata

Il miele: antibiotico naturale e molto altro

Lo zucchero, un dolce veleno

Le alghe, verdure di mare amiche della linea

Il digiuno, un incontro con se stessi

Cure naturali per il raffreddore

Intervista a Nirodh Fortini

Dimmi dove ti fa male e ti dirò perché – recensione su La mente mente

La camminata veloce: la corretta andatura

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (seconda parte)

La medicina naturale: dieta sana e igiene di vita

Applicazioni pratiche di acqua e sale

L’idroterapia in casa: curarsi con l’acqua

Curarsi con la luce: il disturbo affettivo stagionale (SAD)

Farsi un tatuaggio: i significati

Gluten Sensitivity: la sindrome da sensibilità al glutine

La rodiola o rhodiola: tutte le proprietà del più potente rimedio antistress

Dal russamento all’apnea del sonno: le conseguenze per la salute

Alimenti acidificanti, alcalinizzanti e acidi

Pelle spenta? Illuminala con una maschera!

Intervista a Gianna Tomlianovich

I pericoli dell’amalgama dentale

Acqua e spazzolature: aiutiamo il corpo a disintossicarsi

Consigli per la salute: difendersi dal caldo estivo con la fitoterapia, a cura di Luigi Torchio

Gli oli essenziali: il fior di loto

10 buoni motivi per esporsi al sole (abbronzatura a parte…)

La medicina di santa Ildegarda

La colonna vertebrale: un centro energetico

Stress e invecchiamento precoce: 4 consigli per combatterli

Il canto è gioia, di Patrizia Saterini

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.