Ayurveda, la scienza dell’autoguarigione | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Ayurveda, la scienza dell’autoguarigione | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

L’Ayurveda si sviluppò nelle menti in meditazione dei veggenti della Verità, i Rishi. Essi percepirono che la coscienza era energia manifestata nei cinque principi basilari, o elementi: l’Etere (spazio), l’Aria, il Fuoco, l’Acqua e la Terra. Il concetto dei cinque elementi fondamentali è il cuore della scienza ayurvedica.
I Rishi percepirono che all’inizio il mondo esisteva in uno stato di coscienza immanifesto. Da quello stato di coscienza unificata si manifestarono sottili vibrazioni del primordiale suono cosmico Om. Da quella vibrazione apparve per primo l’elemento Etere. Questo elemento etereo quindi cominciò a muoversi e i suoi movimenti sottili crearono l’Aria, che è Etere in azione. Il movimento dell’Etere produsse una frizione, e attraverso quella frizione fu generato il calore. Particelle di energia-calore si combinarono a formare intensa luce e da questa luce si manifestò l’elemento Fuoco.
Attraverso il calore del Fuoco, certi elementi eterei si dissolsero e si trasformarono in liquidi, manifestando l’elemento Acqua, e quindi si solidificarono per formare le molecole della Terra.
Così l’Etere si manifestò nei quattro elementi di Aria, Fuoco, Acqua e Terra.
Dalla Terra sono creati tutti gli esseri viventi organici, inclusi quelli del regno vegetale, come le erbe e i cereali, e del regno animale, incluso l’uomo. La Terra contiene anche le sostanze inorganiche che costituiscono il regno minerale. In questo modo, dal grembo dei cinque elementi viene generata tutta la materia.

ayuL’uomo è un microcosmo della natura, quindi i cinque elementi presenti in tutta la materia esistono anche all’interno di ogni individuo. Nel corpo umano ci sono molti spazi, che sono manifestazioni dell’elemento Etere, come per esempio quelli della bocca, del naso, del tratto gastrointestinale, dell’apparato respiratorio, dell’addome, del torace, dei capillari, dei vasi linfatici, dei tessuti e delle cellule.

Lo spazio in movimento è chiamato Aria. L’Aria è il secondo elemento cosmico, l’elemento del movimento. All’interno del corpo umano, l’Aria si manifesta negli ampi movimenti dei muscoli, nelle pulsazioni del cuore, nell’espansione e contrazione dei polmoni e nei movimenti delle pareti dello stomaco e degli intestini. Al microscopio, si può vedere perfino il movimento di singole cellule. La risposta a uno stimolo è il movimento di impulsi nervosi afferenti ed efferenti, che sono movimenti sensoriali e motori. Tutti gli impulsi del sistema nervoso centrale sono governati dall’Aria corporea.

Il terzo elemento è il Fuoco. La sorgente del Fuoco e della luce nel sistema solare è il Sole. Nel corpo umano la sorgente del Fuoco è il metabolismo. Il Fuoco lavora nell’apparato digerente. Nella materia grigia delle cellule del cervello, il Fuoco si manifesta come intelligenza. Il Fuoco attiva anche la retina, che percepisce la luce. Di conseguenza, la temperatura del corpo, la digestione, i processi del pensiero e la vista sono tutte funzioni del Fuoco corporeo. Tutti i sistemi metabolici ed enzimatici sono controllati da questo elemento.

L’Acqua è il quarto importante elemento del corpo. Essa si manifesta nelle secrezioni dei succhi gastrici e delle ghiandole salivari, nelle membrane mucose, nel plasma e nel citoplasma.
L’Acqua è assolutamente vitale per il funzionamento dei tessuti, degli organi e dei vari sistemi corporei. Per esempio, la disidratazione che viene provocata dalla diarrea e dal vomito deve essere curata immediatamente, per proteggere la vita del paziente. Dal momento che questo elemento è così vitale,
l’Acqua corporea è chiamata Acqua della Vita.

La Terra è il quinto e ultimo elemento del cosmo presente nel microcosmo. La vita è possibile su questo piano perché la Terra mantiene tutte le sostanze viventi e non viventi sulla sua solida superficie. Nel corpo, le strutture solide – ossa, cartilagini, unghie, muscoli, tendini, pelle, capelli – sono derivate dalla Terra.

Tratto da:

 

 

2 comments

Trackbacks & Pingbacks

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.