Che cos’è e come si svolge la respirazione pranayama 0
in Yoga e ayurveda

Che cos’è e come si svolge la respirazione pranayama

Una respirazione corretta è molto importante, per rimanere in salute ma anche per stare meglio. Il pranayama è costituito da esercizi yoga che mirano a una respirazione controllata e cosciente, stimolando la serenità mentale.

Il pranayama prevede tre fasi: inspirazione, espirazione e trattenere il respiro. Se queste tre fasi vengono gestite in modo errato, può risentirne lo stato di salute, con la comparsa di mal di testa o infezioni alla gola e alle altre vie respiratorie. I quattro semplici esercizi descritti di seguito possono essere eseguiti per 5 minuti alla mattina e alla sera, possibilmente all’aria aperta.

 

Esercizio 1

  • Sedetevi a gambe incrociate (posizione sukhasana) o in una posizione rilassata. Iniziate a inspirare profondamente in modo lento e regolare. Concentratevi completamente sull’aria che state inspirando e sul ritmo con il quale essa si fa strada nel vostro corpo. Rilassatevi e trattenete il respiro il più a lungo possibile.
  • Poi espirate alla stessa velocità, continuando a concentrarvi sull’aria che state buttando fuori. Quando avete svuotato completamente i polmoni, rimanete in raccoglimento e concentratevi sullo spazio all’interno del vostro corpo.
  • Ripetete questo esercizio più volte cercando di dilatare via via sempre di più il tempo di inspirazione, espirazione e trattenimento del respiro.

 

Esercizio 2

  • In questa fase le due metà del corpo verranno alimentate di energia in modo separato. Nell’ayurveda le due metà rappresentano rispettivamente l’inerzia (tamas) e l’attività (rajas), ma possono anche essere paragonate alla luna (lato sinistro) e al sole (lato destro) o al giorno e alla notte.
  • Tappatevi una narice ed eseguite il pranayama come descritto nell’esercizio 1 ma solo attraverso la narice aperta. Tenete chiusa la narice destra con il pollice destro e respirate attraverso la sinistra. Trattenete il respiro chiudendo anche la narice sinistra con l’anulare sinistro.
  • Liberate nuovamente la narice sinistra ed espirate, poi ritappatela sempre con l’anulare per trattenere nuovamente il respiro.
  • Ripetete l’esercizio con la narice sinistra da 6 a 10 volte, poi cambiate lato e ripetete tutto da capo con la narice destra.

respirazione pranayama

Esercizio 3

  • In questa fase inspirate attraverso una narice ed espirate attraverso l’altra, per poi invertire i lati. Inizialmente inspirate dalla narice destra tenendo chiusa quella sinistra con il pollice. Trattenete il fiato tappando anche la narice destra con l’anulare. Liberate poi la narice sinistra,
    per espirare mantenendo chiusa quella destra.
  • Chiudete nuovamente la narice sinistra per trattenere il respiro, poi ripetete l’esercizio invertendo la sequenza.
  • Ripetete l’esercizio da 6 a 10 volte per purificare il canale energetico centrale del corpo.

 

Esercizio 4

  • In questa fase inspirate attraverso le due narici e tappatele entrambe con il pollice e l’anulare per trattenere il respiro a polmoni pieni e vuoti. In questo modo sarà più facile dilatare via via le singole fasi del pranayama.

 

Summary
Che cos'è e come si svolge la respirazione pranayama
Article Name
Che cos'è e come si svolge la respirazione pranayama
Description
Il pranayama è costituito da esercizi yoga che mirano a una respirazione controllata e cosciente, stimolando la serenità mentale. Il pranayama prevede tre fasi: inspirazione, espirazione e trattenere il respiro.
Author
Publisher Name
Edizioni Il Punto d'incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Ganesha Mudra

Uttarabodhi Mudra

Videointervista con Alida Dal Degan a SANA 2014

Purificarsi col respiro

Yin Yoga, lo yoga dolce e i suoi benefici

Pran Mudra

Il massaggio con gli oli essenziali

I tipi costituzionali dell’Ayurveda: Kapha, il tipo Acqua

L’esame della lingua nelle medicine orientali

Kubera Mudra

Naga Mudra

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (quarta parte)

Sei Vata, Pitta o Kapha? Scopri i tipi costituzionali dell’Ayurveda

Ayurveda, purificazione con Kichadi

Mudra per la schiena

Le spezie, gustoso alleato anti-freddo (terza parte)

I mudra: cosa sono e come si eseguono

Che cos’è e a cosa serve l’oil pulling

Ayurveda, la scienza dell’autoguarigione | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

I tipi costituzionali dell’Ayurveda: Pitta, il tipo Fuoco

Loading Facebook Comments ...

1 Commenti

  1. Yin Yoga, lo yoga dolce e i suoi benefici | Liberi di Leggere

    […] qi (dannoso quanto uno stato di carenza) hanno la possibilità di ribilanciarlo. Ricordiamo che un flusso del qi equilibrato è importante per mantenere in buona salute il corpo, lo spirito e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.