Esercizio: la respirazione naturale

Esercizio: la respirazione naturale

Il respiro è la fonte della vita. Senza di esso, la vita umana cessa istantaneamente. Il Ki (energia vitale e universale) viene immesso nel corpo attraverso la respirazione. Perciò la respirazione è l’elemento primario del Ki.
Una corretta respirazione è la componente essenziale nello sviluppo del Ki. L’ossigeno introdotto con la respirazione è la forza che fa funzionare il metabolismo umano. Quando si immettono nel corpo grosse quantità di ossigeno, il sangue e il sistema cardiovascolare si rinvigoriscono e acquistano benessere. L’individuo medio, tuttavia, respira nel modo sbagliato e fa poco per stimolare il flusso del sangue attraverso l’esercizio fisico. Di conseguenza il sistema cardiovascolare si impigrisce e col passare degli anni rallenta e in ultimo degenera, esponendosi alla malattia.
Gli antichi manoscritti coreani spiegano che il sangue sporco o inquinato è la sorgente di tutte le malattie. In essi si descrive come un flusso inattivo possa inquinare il sangue.
Il flusso ristagnante del sangue è causato dalla mancanza di attività fisica e da una respirazione errata, che lasciano il corpo assetato di Ki.

respirazioneaddominaleL’esercizio del respiro naturale

  1. Respirate naturalmente. Osservate se il respiro avviene mediante il naso o la bocca. La respirazione attraverso il naso è naturale e corretta. Se invece respirate con la bocca, essa viene effettuata nel modo errato.
    Il naso è dotato della miracolosa funzione di filtraggio delle impurità presenti nell’aria che ci circonda. Respirando attraverso il naso, molte di quelle impurità vengono filtrate prima che raggiungano i polmoni. Al contrario, se respirate frequentemente attraverso la bocca, esse possono viaggiare lungo la gola e giungere direttamente ai polmoni.
    Quando respirate con la bocca e siete rilassati, fate uno sforzo consapevole cominciando a respirare attraverso il naso. La respirazione sbagliata è un comportamento acquisito e può dunque essere corretto disimparandolo.
  2. Osservate il vostro respiro mentre inspirate. Il vostro addome si espande durante l’immissione di aria? Se così avviene, state respirando correttamente. Se l’addome compie il movimento opposto – cioè se tende a incavarsi durante l’inspirazione – state eseguendo la respirazione nel modo errato. Contrarre l’addome durante l’inspirazione diminuisce il flusso e la quantità di aria che possono essere introdotti. Limitando il flusso di aria in entrata, ostacolate considerevolmente la capacità di introdurre ossigeno del vostro organismo. Di conseguenza il corpo diventa assetato di ossigeno e possono presentarsi numerosi disturbi respiratori. Se vi accorgete di non respirare nel modo corretto, espandete consapevolmente l’addome a ogni inspirazione. Durante la giornata, osservate la vostra respirazione e correggete le vecchie abitudini, fino a che l’estensione dell’addome non diventi un atto spontaneo e naturale.
  3. In posizione eretta, inspirate con il naso lasciando che i polmoni si riempiano mentre il vostro addome si espande. Quanto profondamente il respiro satura il vostro addome? Se osservate un bambino respirare, vi accorgerete che il suo respiro avviene in modo naturale e il suo addome si espande fino alla regione pelvica. Se fate lo stesso con una persona anziana, un fumatore o qualcuno che fa poco esercizio fisico, noterete che la loro respirazione è in genere molto superficiale e fa espandere solo il petto. Da questi esempi, possiamo capire quale tipo di respirazione sia più naturale e benefica per l’essere umano.
    Se il vostro respiro è poco profondo, cominciate a inspirare consapevolmente attraverso il naso, permettendo ai polmoni di espandersi mentre dirigete deliberatamente il respiro verso la zona addominale bassa. Sentite il respiro riempire i polmoni e lo stomaco con l’ossigeno datore di vita. Praticate questa tecnica di respirazione parecchie volte al giorno, fino a che il vostro respiro trovi il modo di penetrare a fondo nel corpo, restituendogli longevità, salute e Ki.
    Se vi accorgete di respirare in maniera poco naturale, non castigatevi mentalmente. Molte persone, come i bambini o i giovani, sviluppano tecniche respiratorie inadeguate. Invece di incolparvi, considerate questo fatto come un’opportunità di attuare un cambiamento cosciente per il miglioramento del corpo e di spostarvi in un luogo più salutare e interamente funzionale, il tempio del vostro Sé.

Summary
Esercizio: la respirazione naturale
Article Name
Esercizio: la respirazione naturale
Description
Il respiro è la fonte della vita. Senza di esso, la vita umana cessa istantaneamente. Il Ki (energia vitale e universale) viene immesso nel corpo attraverso la respirazione. Perciò la respirazione è l’elemento primario del Ki.
Author
Publisher Name
Edizioni Il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche:

L'idroterapia Kneipp, una fonte di benessere a portata di mano
Piante medicinali: i chiodi di garofano
Purificarsi col respiro
L'efficacia del Nordic Walking
L'esame della lingua nelle medicine orientali
Loading Facebook Comments ...

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con*

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.