Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha 1
in Maestri e insegnamenti Spirito Spiritualità

Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha

Un giorno il figlio di un bramano vide Buddha e rimase colpito dal suo carisma.
Allora si disse: “Da questo momento in poi devo essere sempre accanto a questo grande maestro per contemplarlo”. Con tale proposito si fece ordinare monaco prendendo il nome Vakkali. Egli non leggeva i testi sacri, non recitava le preghiere e nemmeno i mantra, non praticava la meditazione e la contemplazione, ma si dedicava solo a contemplare Buddha.
In un primo tempo il Sublime lo tollerò, ma appena il suo discepolo diventò ricettivo alla vita spirituale gli disse:

“Che cosa speri di ottenere guardando continuamente questa massa fugace di carne che è il corpo di Buddha? Solo chi coltiva nel profondo il mio insegnamento realizza la Verità e mi vede veramente”.

monacoVakkali, che era ancora lontano da quella comprensione interiore, nonostante tale insegnamento, non smise di contemplare il suo Maestro.
Il Beato allora pensò: “Se questo confratello non viene scosso, non realizzerà mai il risveglio”. Avvenne poi che il Sublime si preparò per un lungo ritiro sulle montagne con alcuni monaci esperti nella pratica. Vakkali manifestò subito la ferma intenzione di seguirli, ma Buddha rifiutò dicendogli: “O monaco, resta qui, noi andiamo a meditare sui monti; la nostra via non è la tua per il momento”.

Nell’udire quelle parole il monaco iniziò a disperarsi al pensiero di non poter più contemplare Buddha per molto tempo. Divenne sempre più triste e svogliato, addirittura pensò che la sua vita non avesse più senso: “Che senso ha la mia vita se non potrò più vedere Buddha? Mi getterò dalla cima di una montagna e la farò finita”.
Seguendo questo maldestro proposito, si incamminò sul Picco degli avvoltoi, dove il Sublime aveva tenuto diversi discorsi di Dhamma ai suoi discepoli, mentre i monaci che erano rimasti al monastero fecero informare il Maestro di quanto stava accadendo a Vakkali.
Allora Buddha pensò: “Se questo fratello non riceve un segno da me è probabile che, fuorviato dalla mente, si tolga la vita. Così non avrà più la possibilità di conseguire l’illuminazione in questa esistenza”. Focalizzando al massimo le sue energie spirituali, Buddha si immerse nella meditazione profonda, riuscendo a inviare a Vakkali buoni e amorevoli pensieri. Gli espresse innanzitutto profonda compassione e affetto spirituale.

buddha1Nel frattempo il monaco aveva preso a scalare il Picco degli avvoltoi immerso nelle lacrime e nei bei ricordi dei tempi andati. Mentre pensava con nostalgia alle sue meditazioni praticate su quella montagna accanto a Buddha, guardando verso l’alto gli apparve una luce splendente in cui gli sembrò di scorgere la fulgida figura del Beato. Sì, gli parve di vedere proprio lui, il Sublime in amorevole atteggiamento. Quell’apparizione gli sembrò così reale che il cuore del monaco fu invaso da gioiosa beatitudine. Continuando quella contemplazione, a un tratto gli sembrò che Buddha lo rassicurasse dicendogli: “Io sono con te, Vakkali, non temere. Ti sono sempre vicino con sincero affetto spirituale”. Infine, quando il sole salì più in alto, i suoi potenti raggi fecero svanire la stupenda visione. Il monaco rimase in rapimento estatico, continuando a contemplare in se stesso il suo amato Maestro finché non gli fu chiaro che si era trattato di una visione.
Immerso in una intensa gioia spirituale, Vakkali fu certo che Buddha non lo avrebbe mai abbandonato a se stesso sul cammino verso la liberazione, così abbandonò per sempre la sua disperazione e conobbe la pace.

Terminato il periodo del suo ritiro, Buddha fece ritorno al monastero e Vakkali pieno di gioia gli raccontò la sua straordinaria esperienza. Allora il venerabile Maestro gli diede la seguente spiegazione:

“Per molto tempo hai vissuto incatenato alla mia immagine e quando ti ho lasciato per il mio ritiro hai creduto che ti avessi abbandonato. Infine un’apparizione ti ha mostrato che ti sono sempre vicino e in tal modo hai acquisito piena fede in me e hai avuto la tua pace. La visione ti dona una gioia straordinaria ed estatica che non ti ha ancora lasciato. Ma fa’ attenzione alla seconda fase di questo cammino: quando non sarai più legato alla mia persona, oppure alla mia apparizione, ma seguirai invece solo il mio insegnamento, uscirai definitivamente dalla sofferenza dell’attaccamento, come un elefante legato a una corda che viene tirato fuori dalla palude. La felicità che ora senti dentro dite è impermanente, perché dipende dalla mia apparizione. Anche questa sensazione va abbandonata, quando riuscirai a trascenderla completamente sarai in grado di realizzare la Verità”.

Motivato dalle parole di Buddha, Vakkali iniziò così a coltivare il sentiero che gli era stato mostrato. Percorrendo passo dopo passo l’intera disciplina contemplativa egli trascese la grande gioia, fece esperienza della perfetta equanimità e conseguì i livelli superiori di coscienza. Finalmente, molto tempo dopo, con grande spirito di rinuncia e grazie alla pratica perseverante, il monaco conseguì la liberazione e la vera beatitudine.

Buddha raccontò la storia del loro confratello ai suoi monaci riuniti in assemblea, dimostrando come la illimitata devozione nella Via possa condurre all’illuminazione. Vakkali, il monaco rinunciante, finalmente libero dall’attaccamento, aveva realizzato perfettamente la Verità.

 

Summary
Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha
Article Name
Il monaco che voleva solamente contemplare Buddha
Description
Un racconto tratto dal Dhamma buddhista, il sentiero spirituale elaborato da Gotama Buddha, ricco di preziosi insegnamenti.
Author
Publisher Name
Edizioni Il Punto d'Incontro
Publisher Logo

Ti potrebbero interessare anche questi:

Nisargadatta Maharaj: l’illuminazione non esiste

Annamalai Swami: tutta la felicità viene dal Sé

Lo Zodiaco: la Bilancia

La via – Racconto zen

Che tipo di messaggero sei?

Ecco i vincitori del giveaway del Calendario pellerossa 2015

Perché si festeggia la Pasqua?

Meditazione e risveglio spirituale

Sai che gli alberi parlano? 1992 | 30 anni di Edizioni il Punto d’Incontro

Con gli occhi dell’amore, trovi il rapporto perfetto

Mudra, la danza delle mani

Lo Zodiaco: l’Acquario

Storia zen: nessun attaccamento alla polvere

Preghiera per l’Amore di don Miguel Ruiz

Il significato del Solstizio d’Inverno

Messaggio per tutto il mondo…

Il sesto senso

Apri il tuo scrigno

Shakti, album antistress da colorare

L’amore incondizionato per noi stessi | don Miguel Ruiz Jr.

Lo Zodiaco: il Capricorno

Capo Molti Trofei

Meditare con i Mandala 3

I tarocchi: significato psicologico dell’Amante, arcano VI

Lo Zodiaco: il Cancro

Le erbe purificanti degli Indiani d’America

L’amore in 10 frasi

Intervista a don Miguel Ruiz e a don José Ruiz

La meditazione camminata, un esercizio di mindfulness da praticare ovunque

Tao Te Ching: il libro della Via

Ebooklife.it: l’energia che fluisce libera porta armonia

Conosci te stesso con i segreti dei tarocchi

Meditazione: nuovi studi scientifici ne dimostrano l’efficacia

Fantasmi

Esercizio di meditazione per superare un lutto

Karma e reincarnazione

Tiziano Terzani, un saggio dei nostri tempi

Don Miguel Ruiz – L’umanità è malata

Tao Te Ching – capitolo I

Videointervista a Gloria Germani, autrice di Tiziano Terzani: la forza della verità

Lo Zodiaco: lo Scorpione

Giveaway: Calendario pellerossa 2015

Wallpaper: il reale non può essere distrutto

Intervista a Don Miguel Ruiz: “L’arte tolteca della vita e della morte”

Esercizio di consapevolezza con don Miguel Ruiz

Meditare con i Mandala

Tecniche di visualizzazione: proteggersi dalle energie negative

Trova il tuo sorriso interiore

Lo Zodiaco: i Pesci

Gli obiettivi dell’io

Giveaway: Amare ciò che è

Le esperienze di premorte

I sette veli: unità e separazione nella visione degli Indiani d’America

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su La mente mente

Preghiera della vecchiaia – Wintu

Il viaggio di Maui sulla Terra

La profondità e bellezza della Ribhu Gita

I poteri dell’Arcangelo Gabriel e la sua invocazione

Come l’ape ebbe il suo pungiglione (leggenda Cherokee)

Il ritorno del guerriero di pace di Dan Millman

I chakra e i tre livelli di guarigione dell’uomo

Felicità – Racconto sufi

Don Miguel Ruiz: video della conferenza stampa a Milano 7/10/2012

Vajrapradama mudra: sicurezza di sé

Il sentiero dell’amore, il sentiero della paura

Quando i defunti si manifestano

Don Miguel Ruiz: preghiera per la Verità

Lo Zodiaco: la Vergine

Amare ciò che è

La meditazione – Racconto indiano

Numerologia: i numeri come chiavi del Codice dell’Anima

Doris Lessing: testimonianze da un’anima forte

L’amore è l’opposto della paura

Scienza e meditazione

Conversazioni con Ramana Maharshi, dal diario di Annamalai Swami

L’uomo che non credeva nell’amore, di don Miguel Ruiz

Insonnia e meditazione

Lo Zodiaco: il Sagittario

I 36 stratagemmi

Coloring book, gli album anti-stress da colorare

Cos’è la meditazione trascendentale?

Il libro della vita di Jiddu Krishnamurti

Il bambino e il mago – recensione su La mente mente

Sai Baba, il santo di Shirdi

Camminare verso la Pace

Trasformare le esperienze in saggezza | La via del guerriero di pace

Lo Zodiaco: il Leone

Meditare con i Mandala 4

I cinque livelli dell’attaccamento – recensione su Nuove pagine

Se il fallimento fosse una possibilità? | Pema Chödrön

Prima della coscienza, Nisargadatta Maharaji | 30 anni con Edizioni Il Punto d’Incontro

Esiste la vita dopo la morte?

Non siamo nati per soffrire

La Bhagavad Gita: un tesoro che trascende il tempo e lo spazio

Storia di Pasqua

Ecco i vincitori del giveaway di Amare ciò che è

Lo Zodiaco: il Toro

La libertà personale

La mia vita con i maestri himalayani, di Swami Rama

Ananda Moyi Ma

La pratica della meditazione e la rivoluzione della coscienza

Lascia che ogni rapporto si sviluppi nel suo modo unico

Sii ciò che sei, Ramana Maharshi – 1988 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

I defunti, anime amorevoli che non ci lasciano mai

Tiziano Terzani e “il trucco della candela”: la meditazione come via di conoscenza e di vera libertà

La Grazia del Guru 1986-2016 | 30 anni di Edizioni Il Punto d’Incontro

Lo Zodiaco: i Gemelli

I cinque livelli dell’attaccamento, Don Miguel Ruiz Jr

Tiziano Terzani: la forza della verità – Presentazione

Lo sciamano: guida e guaritore | Nicolás Pauccar Calcina

Il sesso illuminato: respirare l’energia sessuale in un cerchio completo

Lasciar cadere le maschere

Meditare con i Mandala 2

Capodanno cinese 2017: l’anno del Gallo

Don Miguel Ruiz: la mia vita è una preghiera continua

Il cuore dell’universo – meditazione

La padronanza dell’amore

Come attrarre la fortuna: la numerologia e il numero dell’Io

Che cos’è la felicità?

Il potere vibratorio della voce

L’addomesticamento secondo don Miguel Ruiz

Parole magiche per isolare e fermare la negatività

La nostra destinazione è qui e ora

Aiutare le anime ad andare verso la luce

Lo Zodiaco: l’Ariete

Il saggio e la morte

Canto della Notte dei Navajo

Tantra yoga: sessualità e liberazione

Koan zen: la cultura interiore di Ta-t’zu

I pensieri sono amici

Una leggenda pellerossa

La saggezza dimenticata dei “nonni”

Meditazione camminata: presentazione e incontro con Volker Winkler

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi i numeri rappresentati nel campo * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.