Esercizio di meditazione per superare un lutto

Esercizio di meditazione per superare un lutto

Il dolore che consegue a una perdita è un esempio di sfida che può essere trasformata in opportunità. Sta a noi scegliere come considerare la perdita e come imparare dal dolore.
Pensa all’ultima volta che hai sperimentato una grave perdita. L’hai vista come un’offesa ai tuoi danni? Una punizione? Oppure l’hai riconosciuta come un’occasione per imparare e crescere?
Non si suggerisce di considerare una benedizione la perdita di qualcuno o qualcosa che avevi caro, ma il dono di poter decidere come reagire a essa certamente lo è. Ogni difficoltà alla quale sopravviviamo fa evolvere l’anima. Diventiamo più forti attraverso ogni tragedia, se è nostra volontà che sia così.

Non abbiamo altra scelta se non quella di andare oltre il dolore.

La vita va avanti sia che decidiamo di vivere nel momento attuale oppure no, e scegliere di rimanere energeticamente aggrappati al passato non porterà altro che sofferenza.
Anche essere cambiati dal dolore è inevitabile, ma come ciò accadrà è una decisione che in gran parte spetta a te. Trascurare l’opportunità di cambiare in meglio attraverso il dolore rallenta lo sviluppo della tua anima e impedisce la tua futura felicità.

candele-preghieraQuando? Il dolore può essere acuto e imprevedibile, o anche sordo e costante. Questa meditazione ti sarà utile in entrambe le circostanze. Pratica tutte le volte che ne senti la necessità.
Meditare regolarmente durante il periodo successivo a una grave perdita ti farà molto bene.

Dove? Qualsiasi profonda autoriflessione può essere emotiva ma, per ovvie ragioni, questa meditazione può stimolare sentimenti molto intensi. Pratica in uno spazio sicuro, confortevole e privato.

Posizione? Nella posizione in cui sei, a gambe incrociate o su una sedia, poggia le mani sulle cosce, sulle ginocchia o sui fianchi, con i palmi rivolti in alto o in basso, a seconda di ciò che ritieni più comodo. Pratica la meditazione per la vita dopo un lutto chiudendo gli occhi quando ti viene indicato, se puoi. Aprili per leggere ciascuna indicazione.

Esercizio di meditazione: trova quattro minuti per essere cambiato dal tuo dolore

Percepisci la sicurezza di questo momento, sapendo che il trauma è ormai cosa passata. L’evento doloroso è lontano. Puoi decidere di sentirti al sicuro, calmo/a e in pace in questo momento.
Hai già scelto di essere qui e ora attraverso questa dimostrazione di cura di te stesso/a.

  • Chiudi gli occhi e lascia fluire naturalmente la respirazione, osservando l’aria che entra dalle narici, scende sul retro della gola fino a riempire il torace e poi l’addome, scendendo ancora fino al punto più basso. Concentrati sul respiro per dieci cicli respiratori completi o fino a quando ti senti stabile e calma nella tua postura. Poi apri gli occhi per la prossima indicazione.
    È il momento di ripetere i tuoi mantra. Anche se attualmente non credi che il tuo dolore ti stia cambiando per il meglio, è importante lasciare spazio alla possibilità che ciò si avveri.
  • Ripeti ciascuno dei seguenti due mantra a ogni espirazione per tre cicli respiratori. Fai una pausa della durata di un paio di respiri dopo la prima serie di cicli per aprire gli occhi e leggere il mantra successivo. Prenditi anche un momento per assimilare il primo mantra. Dopo il secondo, apri gli occhi per l’ultima indicazione.

Mantra 1
Scelgo di sentire il mio dolore, ma non di essere assorbita da esso.
Mantra 2
Comprendo e accetto le lezioni che il dolore mi ha impartito.

  • Devi sentirti supportato/a in questo momento. Sei ben radicato/a nella tua postura e assolutamente al sicuro. Ricorda che sei sopravvissuto/a a ogni doloroso evento della tua vita. Sei un essere forte e potente, una divina creazione e un veicolo di puro amore e luce.
  • Termina la tua meditazione con un mantra finale. Chiudi gli occhi e ripetilo per tre volte a voce alta, alla fine di ciascuno di tre grandi respiri liberatori. Inspira fino in fondo, espira completamente. Ripeti: “Sono cambiato/a in meglio. In questo momento sono potente”.

 

0 comments

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Related Posts