Sensibilità al glutine: cos’è?

Sensibilità al glutine: cos’è?

Glutine e frumento: la celiachia

Sensiblita-al-glutineGlutine etimologicamente viene dal latino gluten-tῐnis che potrebbe essere tradotto con “glutine, colla”.  In effetti, esso è il complesso alimentare costituito principalmente da proteine, che si forma durante l’impasto con l’acqua delle farine di alcuni cerali e funge da vero e proprio “collante”.

Il glutine si trova in molti cibi alla base della nostra alimentazione, tra cui il frumento. Il frumento, detto anche grano, è un tipo di cereale dal quale si ricavano molti tipi di farine che serviranno per la preparazione di pane, pasta e biscotti.

Se digerire questi alimenti provoca infiammazioni e disturbi intestinali si potrebbe essere in presenza di celiachia. Un celiaco è colui che non riesce a metabolizzare le proteine del glutine. Esse non vengono riconosciute dal corpo, il quale per difendersi scatena una reazione immunitaria contro il nostro stesso intestino.

Ci sono casi in cui l’assunzione di questa proteina provoca disturbi in un paziente che non risulta essere celiaco. Nel 2011 è stata trovata una risposta per questi pazienti: sensibilità al glutine.

Sensibilità al glutine: cos’è?

sensibilità al glutineLa sensibilità al glutine o gluten sensitivity è una patologia che può derivare da cause diverse, descritte dettagliatamente nel libro Sensibilità al glutine. Nuove conoscenze e possibilità di cura.Si tratta di una sindrome che può coinvolgere ogni apparato, sistema e ghiandola del corpo umano.

Tra le conseguenze più comunemente riscontrate troviamo cistiti e vaginiti, stanchezza cronica ed anemia, dolori muscolari e articolari, aumento di peso, cefalee ed emicranie. Possiamo avere anche riniti, otiti, faringiti e bronchiti, oppure dermatiti, orticarie e acne, ansia, insonnia e depressione.

Cefalee ed emicranie

cefalee ed emicranieLa cefalea è uno dei motivi più frequenti di consultazione medica. La cefalea o mal di testa colpisce l’occipite, mentre le emicranie colpiscono soprattutto fronte, occhi e tempie. Questi ultimi possono essere accompagnati da nausea o mal di stomaco.

In questi casi la cefalea o l’emicrania sono di origine gastrica e potrebbero essere riconducibili alla sensibilità al glutine.

Se anche tu riscontri uno di questi sintomi e non ne hai compreso la causa non ti resta che leggere il libro Sensibilità al glutine. Nuove conoscenze e possibilità di cura di Alessandro Targhetta, nel quale tutti i sintomi vengono analizzati nel dettaglio e corredati da esperienze reali di persone reali.

sensibilità al glutine

 

 

0 comments

Leave your reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.