Angeli, zanzare e castelli Ingrandisci

Angeli, zanzare e castelli

Domande spiazzanti e pensieri illuminanti di un bambino sindaco. Prefazione di Igor Sibaldi

Libro

9,27 €

10,90 €

-15%

Maggiori dettagli

Novità

Opzione disponibile

Voti e valutazione clienti

Votare/scrivere un commento
Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

ISBN 9788880939474
Pagine 128 pp.
Tipologia Rilegato
Formato 14,5 x 18,5

Le frasi di Fedor, un bambino russo di sei anni, dotato e luminoso, che dal 2009 vive in Italia, costituiscono una raccolta di pensieri e concetti irresistibili, un concentrato di spiritualità e ironia. Dal pensiero positivo alla legge di attrazione, la saggezza di Fedor spazia senza limiti. Egli è un mago della vita, e la sua forza rispetto ai maghi adulti è che non sa di esserlo, perché in lui la magia è uno stato naturale.

Gli aforismi di Fedor, spiazzanti e illuminanti, hanno una forza prodigiosa, arrivano "in" profondità e con più facilità, perché partono "dalla" profondità. Sono codici potenti, la loro semplice lettura può suscitare stimoli risveglianti in ognuno di noi.

 

 

"Poco c'è da aggiungere alle idee di Fedor, così leggere e profonde. Usa la sua mente geniale con la tranquilla serietà e l'immediato piacere con cui un musicista suona uno strumento: c'è solo da restare ad ascoltare, finché fa una pausa, e poi meravigliarsi che sia realmente avvenuto".

- Igor Sibaldi

 

"Oramai da qualche decennio è in atto un'invasione di bambini, adolescenti e giovani che appartengono a una specie più evoluta della nostra. Usano corpi umani, ma la loro coscienza è cosmica, sono più intelligenti e il loro cuore è più aperto".

- Salvatore Brizzi

 

"Fedor è un Mago della Vita. Finché sul pianeta Terra esistono creature del genere, esiste speranza!".

- Gianluca Magi

 

"Le parole dei bambini contengono saggezza, ma occorre prendere il tempo di ascoltarli e soffermarsi sulle loro riflessioni. Noi siamo le loro guide, ma loro sono i nostri maestri".

- Claudia Rainville

 

"Leggendo i pensieri illuminanti di Fedor mi è tornata subito alla mente la frase di Bertrand Russel: 'Gli innocenti non sapevano che la cosa era impossibile. Per questo la fecero'. Auguro a tutti i Fedor del mondo un futuro pieno di cose impossibili".

- Massimo Gramellini