Rivoluzione non autorizzata Ingrandisci

Rivoluzione non autorizzata

Come cambierà il mondo Dai crack finanziari pilotati alla ribellione islandese di cui nessuno parla Scottanti rivelazioni sulla truffa globale della dittatura economica che tiene in ostaggio l'umanità.

Voti e valutazione clienti

(5/5)
3 voto(i) - 3 recensione cliente

Vedere le distribuzione

Libro

ISBN 9788880938972
Pagine 388 pp.
Tipologia Brossura
Formato 14,5 x 21,5

13,52 €

15,90 €

-15%

Maggiori dettagli

Novità

Opzione disponibile

Quando la gente non riesce più ad arrivare alla fine del mese, comincia a porsi delle domande e a ridestarsi dai potenti strumenti di distrazione di massa di cui è vittima (la macchina mediatica dello spettacolo, dell'intrattenimento e della disinformazione). Per tale ragione, economisti, politici, capi di stato e persino il Vaticano stanno premendo l'acceleratore sulla presunta "necessità" di realizzare un Nuovo Ordine Mondiale. Il loro sostegno al progetto di globalizzazione lo dichiarano ormai apertamente nelle interviste, nei talk-show e nei discorsi pubblici, invocandolo come unica soluzione possibile alla crisi.

L'élite finanziaria vuole agire in fretta e senza ostacoli. Per evitare che la crisi le sfugga di mano usa i mass media, la borsa, le agenzie di rating e i partiti. La popolazione viene terrorizzata quotidianamente con notizie negative sullo spread e sul rischio di bancarotta dello Stato e viene costretta ad accettare qualsiasi condizione imposta da "governi tecnici".

Nel frattempo, nessuno spiega la verità sull'origine della crisi: i popoli non hanno mai governato realmente, la loro volontà è stata sempre aggirata, la democrazia rappresentativa è un inganno e il debito pubblico è una colossale truffa nei confronti dei cittadini. Marco Pizzuti elenca una mole impressionante di prove oggettive in grado di demolire ogni dubbio sui veri scopi perseguiti dall'attuale classe politica di tutto il mondo (da Obama a Monti, da Papademos a Draghi ecc.), su quelli dei loro mandanti (l'élite finanziaria) e su cosa accadrà nel prossimo futuro se non facciamo qualcosa per evitarlo.

Da (Vicenza, Italy) il 13 Mag. 2013 (Rivoluzione non autorizzata) :
(5/5

La mia recensione

L'autore espone in modo chiaro e conciso tutta la dinamica dei fatti. Ci sono innumerevoli fonti, libri, ecc., documenti conservati in vari archivi del mondo, che dimostrano che tutto quello che dice è vero. Tuttavia sulla tesi, dimostrata e dimostrabile, della cospirazione del mondo finanziario ci si pongono uan serie di domande. Se l'alta finanza realizzata immensi guadagni da sempre, dove vanno a finire queste somme di denaro colossali? Come non riconoscere che l'alta finanza, oltre a rigirare ai popoli vari loro fallimenti e speculazioni, devono anche ammortizzare enormi perdite dovute allo stile di vita di quegli stessi popoli? Come non riconoscere che il costo del lavoro è, per esempio in India di soli ca. 70 centesimi l'ora? Insomma, senza per questo assolvere l'alta finanza usuraia e ladrona dai raggiri che perpreta da secoli ai danni del prossimo, direi che anche il popolo non scherza con le proprie pretese: matrimonio stile hollywoodiano, villino di proprietà, tasse quasi sempre evase appena possibile, rimborsi non dovuti, familialismo, raccomandativismo, vacanze in luoghi esotici, cene al ristorante, macchine di lusso (mai ce ne sono state tante in giro come da quando c'è "la crisi"), ecc., ecc. Ma la domanda più importante è: dove vanno a finire tutti questi soldi che arraffano i ladroni di altissimo livello, cioè l'alta finanza globale? Sono somme colossali. Che ci fanno, dato che sarebbe impossibile spenderle senza dare nell'occhio?..

 Segnalare un abuso
Da (Vicenza, Italy) il 13 Mag. 2013 (Rivoluzione non autorizzata) :
(5/5

La mia recensione

Al di là di dove vadano a finire tutti questi soldi rapinati ai pololi (forse in una eccessiva spesa in armamenti, opere colossali del lussosfrenato tipo Dubai, megamoschee, tunnel sottomarini vari, ponti inutili, ecc.), segnalo alcuni libri in particolare che riconfermano quanto brillantemente espsoto dall'Autore. Di John Ralston Saul - La dittatura della ragione in Occidente (tecnocrazia, ingegneria finanziaria, mistificazioni dei media, élites, ecc.); di Edwin Black, L'IBM e l'Olocausto (una volta di più, dimostra i giochini finanziari delle multinazionali in tempo di guerra; in particolare per l'IBM, durante la II Guerra Mondiale, allora diretta dallo spregiudicato Watson); di Jacques Attali, Breve storia dell'avvenire (forse un pochino banale, ma rende bene l'idea di cosa sta per succedere viste le tendenze in atto). Un ultima cosa: questo libro vale più di mille altri libri specialistici. Eccezionale, come pure dello stesso Autore: Scoperte scientifiche non autorizzate. Nemmeno Eugenio Benetazzo, né Roberto Vacca, né tanti altri ancora hanno in fatto di vicende economiche una visione ben chiara (perché parziale e priva di sintesi, nonché di "tesi") di cosa è successo e di cosa sta succedendo, nonché di cosa potrà succedere in futuro...

 Segnalare un abuso
Da (Vicenza, Italy) il 13 Mag. 2013 (Rivoluzione non autorizzata) :
(5/5