Close
Proteggere i capelli dal sole

Proteggere i capelli dal sole

Il sole e l’esposizione indiscriminata alle lampade abbronzanti possono essere dannosi per la salute del capello e alterarne il ciclo
di crescita. Il calore e i raggi ultravioletti sottraggono la naturale umidità del capello e si ha una perdita parziale del film idrolipidico di protezione.

I capelli possono però essere protetti quando li si espone a condizioni difficili o aggressive per la cheratina. In particolare, questo succede d’estate, durante i bagni in mare e l’esposizione al sole, ma anche quando usiamo l’aria troppo calda dell’asciugacapelli per la piega. Sapevate che è possibile frizionare i capelli con olio di jojoba riscaldato tra le mani prima di fare un bagno in mare, per avvolgere i capelli in una “guaina” e proteggerli?

Certi tipi di capelli (ricci, afro, secchi o fragili) apprezzano in maniera particolare i trattamenti protettivi che nutrono la cheratina proteggendo il capello. Il burro di karité, l’olio di cocco e l’olio di jojoba o di avocado sono imprescindibili. Alcune facili ricette consentono di realizzare a casa propria balsami o lozioni molto nutrienti e nel contempo protettivi.

 

Spray protettivo estivo per i capelli

Per circa 50 ml
In una bottiglietta di plastica vuota dell’acqua minerale oppure un flacone di vetro o di plastica mescolate:

  • 1 cucchiaino di gel di aloe vera
  • 1 cucchiaino di olio di jojoba
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 4 gocce di olio essenziale (ylang ylang, rosmarino officinale, camomilla, lavanda, geranio… quasi tutti, tranne gli agrumi e la cannella)
    5 cucchiai di un idrolato adatto al vostro tipo di capelli (camomilla per i capelli biondi e lavanda, rosmarino o geranio per qualunque altro tipo di capello)

Agitate energicamente la bottiglia chiusa e travasate la miscela in un bel flaconcino spray. Agitate prima di ogni utilizzo. Questo spray va vaporizzato su tutta la chioma. Proteggerà i capelli dal sole, dal vento o dall’acqua. Si conserva per tre settimane circa a temperatura ambiente, al riparo dai raggi del sole.

 

Maschera per capelli secchi

Ecco la ricetta di una maschera molto nutriente per i capelli, particolarmente adatta a quelli secchi e sciupati.

  • 1 tuorlo d’uovo
  • 5 cucchiai olio di mandorle dolci
  • 2 cucchiai miele

Se avete i capelli lunghi, raddoppiate le quantità.

Versate in una ciotola l’olio e il miele. Collocate questa ciotola in un recipiente d’acqua calda, per fare una specie di bagnomaria. Mescolate con cura per incorporare il miele all’olio. La miscela dev’essere appena tiepida.
Aggiungete il tuorlo e mescolate con una piccola frusta sino a ottenere un composto omogeneo.
Applicate sui capelli asciutti cominciando dalle radici.
Impregnate per bene tutta la chioma, massaggiando delicatamente il cuoio capelluto. Lasciate in posa per quindici minuti, dopodiché risciacquate con acqua tiepida. Un’acqua troppo calda cuocerebbe l’uovo!
Fate seguire dal vostro abituale shampoo. Questa maschera non si conserva e va utilizzata subito.

 

Risciacquo all’aceto

L’uso di un risciacquo all’aceto permette di rimuovere dai capelli i residui di calcare che li rendono spenti. I capelli ritrovano così la loro morbidezza e il loro splendore.

Per circa un litro, cioè 2 o 3 risciacqui
In una casseruola, portate a bollore un po’ meno di un litro d’acqua minerale, quindi togliete dal fuoco e aggiungete subito, nell’acqua ancora bollente:

  • 1 grossa manciata di fiori di camomilla essiccati (capelli biondi o castani) oppure rosmarino essiccato (tutti i tipi di capelli)
  • 3 cucchiai di aceto biologico (di mele, miele ecc.)
  • Facoltativo: 2 fettine di limone se avete i capelli piuttosto grassi (renderà l’acqua più sgrassante)

Coprite e lasciate macerare per quattro ore. Filtrate quindi la preparazione e travasatela in una bottiglia (per esempio una bottiglia d’acqua minerale di plastica o di vetro). La miscela si conserva in frigorifero per due settimane circa.
La preparazione si usa come risciacquo finale su capelli già sciacquati con acqua corrente. Si applica generosamente, dopodiché si strizzano i capelli, prima di lasciarli asciugare e mettere in piega.

Per approfondire:

 

 

 

 

Image credits: Elena Rudakova/Shutterstock.com

 

 

 

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Close