La suprema identità Ingrandisci

La suprema identità

Saggio sulla metafisica orientale e la religione cristiana

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Libro

Pagine 240 pp.
Tipologia Brossura
Formato 13,5 x 21,6
Pubblicazione dicembre 1993

5,16 €

12,91 €

-60%

Maggiori dettagli

Novità

Opzione disponibile

La nostra attuale espansione culturale ci ha fornito e ci sta tuttora fornendo una grande opportunità di crescita spirituale. Il pensiero meditativo, la fede, la filosofia religiosa o qualunque altra definizione preferiamo dare alla nostra parte spirituale, non rappresenta più un credo strettamente legato a una nazione, bensì si apre ad accogliere movimenti spirituali di paesi lontani. Basti ad esempio pensare all'influenza che le tradizioni spirituali dell'Asia stanno esercitando sulla religiosità occidentale.

La suprema identità è un testo che fa riflettere. Esso non intende l'influenza di altre religioni in sostituzione alla propria, bensì punta a sottolineare l'enorme potenziale di sviluppo spirituale derivante da un atteggiamento di apertura verso un credo o una filosofia differenti. Esiste una dimensione di saggezza spirituale che, per essere espressa, deve andare al di là delle forme di pensiero impiegate dal dogmatismo. È un tipo di saggezza che non è in conflitto con la religione, né la rimpiazza. È tale saggezza, propria del misticismo contemplativo, che questo libro cerca di trasmettere.

 

"Per quasi tutta la vita ho cercato di lavorare per promuovere un vero cattolicesimo, una congregazione in cui cristiani, buddisti, indù, musulmani, ebrei, taoisti e tutti gli altri potessero riconoscere la loro matrice comune, e adorare o meditare assieme senza discutere, e tuttavia senza abbandonare le proprie interessanti e variopinte differenze di metodo e di stile... Giunti al livello della pura contemplazione del Fondamento dell'Essere, ogni chiacchierio nella testa cessa, e con esso ogni occasione di disputa". 

Alan Watts

 

Questo titolo è fuori catalogo dal 1 aprile 2010 ed è disponibile solo presso l'editore.

I rivenditori lo possono acquistare senza diritto di resa