Contattaci!

.

eBook: Dimmi dove ti fa male e ti dirò perché

I richiami del corpo sono i messaggi dell'anima

8,99 €
Tempi di consegna: 48 ore
Quantity:
Disponibile per l'ordine

Con questo prodotto guadagni 8 punto punti. Potrai convertire i tuoi 8 punti in buono di: 0,88 €.

Secondo la medicina orientale, la malattia indica un ostacolo alla realizzazione del "cammino di vita". La coscienza esprime ciò che ne impedisce il compimento attraverso squilibri energetici che generano disturbi di salute. La malattia non insorge all'improvviso; siamo noi che abbiamo ignorato o non ci siamo resi conto dei segnali che l'organismo ci aveva inviato in continuazione.

Per ritrovare lo stato di buona salute, è fondamentale comprendere i meccanismi psicoenergetici insiti nella malattia. Allergieanoressia, bulimia, vertigini, obesità, cisti, tumori, stati febbrili, sciatica e infiammazioni indicano che al nostro interno vi sono delle tensioni profonde che cercano di esprimersi. Per riguadagnare uno stato di benessere, dunque, è importante non solo affrontare la malattia, ma anche andare alle cause che l'hanno scatenata, cercando di risolvere o di dare libero sfogo a queste tensioni.

Questo pratico manuale, giunto in breve tempo alla sua decima ristampa, è stato ideato a beneficio di tutti coloro che cercano la chiave per decodificare il linguaggio del corpo. Il libro offre un nuovo modo di considerare la malattia, presentandola come un messaggio della coscienza, del nostro essere interiore, per scoprire che dietro alla sofferenza possiamo trovare una "malattia creativa", ossia un mezzo per progredire nella nostra evoluzione.

eBook

Scheda tecnica

Pagine
256 pp.
Formato
epub
ISBN
9788880937937
Dimensioni
1.52MB
Pubblicazione
09/02/2011
Pub. Cartacea
09/02/2011

Riferimenti Specifici

Michel Odoul

Michel Odoul

Michel Odoul è fondatore dell'Institut Français de Shiatsu, del quale è anche direttore. È inoltre consulente d'impresa e si occupa di stage di sviluppo personale e di formazione nelle tecniche energetiche.

Scopri di più su Michel Odoul qui.