E se fosse il glutine? Ingrandisci

E se fosse il glutine?

Intolleranza, sensibilità e celiachia: prevenirle e risolverle

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Libro

ISBN 9788868202811
Pagine 128 pp.
Tipologia Brossura
Formato 12 x 17
Pubblicazione aprile 2016

Disponibile per l'ordine

Consegna garantita in 24/48 ore

Prezzo: 5,87 €

6,90 €

-15%

Maggiori dettagli

Novità

Opzione disponibile

Guadagni 5 punti fedeltà

Descrizione del libro E se fosse il glutine? Di Philippe Barraqué

cibi senza glutineIl glutine è il costituente delle farine di cereali panificabili, ma tutti i cereali ne contengono in quantità maggiore o minore. Di solito, se non si riscontrano problemi di digestione o di stipsi, spesso non ci si pone il problema. Ma l’intolleranza al glutine può provocare questi e altri sintomi, come nausea, stanchezza cronica, spasmi al ventre e inspiegabili episodi di depressione.

Attraverso l'esperienza personale, Philippe Barraqué illustra in dettaglio tutti gli aspetti di questa intolleranza e insegna ad adottarenuove abitudini alimentari che permetteranno di vivere una vita sana e felice senza disturbi e senza doverci preoccupare ogni volta che mettiamo in bocca qualcosa.

A volte, infatti, semplicemente cambiando dieta questi problemi spariscono. Si può mangiare bene e con gusto anche eliminando il glutine dalla nostra dieta. Esistono numerose quantità di cibi senza glutine come cereali senza glutine, biscotti senza glutine e persino pane senza glutine. Ce n’è per tutti i gusti.

E se fosse il glutine? Ti propone una serie di ricette senza glutine che ti permetteranno di divertirti a sperimentare nuovi e interessanti sapori. Perché mangiare cibi senza glutine non vuol dire rinunciare ai farinacei, componente fondamentale di un pasto!

pane senza glutineE se fosse il glutine? Affronta, inoltre, il problema dell’intolleranza al glutine durante l’infanzia, l’adolescenza e l’etàadulta, fornendo informazioni utili sui regimi senza glutine e sulla celiachia. È bene ricordare che l’intolleranza al glutine, come qualsiasi altro tipo di intolleranza alimentare, si insedia senza che si percepiscano effetti immediati, poiché è legata alla digestione incompleta delle proteine di certi alimenti. Perciò, i disturbi di salute si faranno sentire in seguito.

Essere informati, quindi, è fondamentale per sapere come affrontare un eventuale insorgere di un’intolleranza al glutine. Ormai, sta nascendo un rifiuto naturale del glutine. Forse, questo potrebbe essere un segnale di cambiamento più profondo in noi, quasi come una rivolta del nostro metabolismo contro un’alimentazione snaturata. Il bisogno di mangiare cibi senza glutine come amaranto, mais, patate, granosaraceno, riso, quinoa, manioca per ritrovare la salute supera di molto l’ambito del mero regime alimentare. Il cibo, infatti, è fondamentale per il nostro funzionamento mentale e affettivo, quindi, per ritrovare la salute mangiamo in maniera diversa e troviamo le istruzioni per l’uso di un’alimentazione sana e senza glutine.

Voglio essere il primo a fare una recensione !