Contattaci!

Scelte alimentari non autorizzate

Dai cibi di distruzione di massa a una nuova cultura agroalimentare - La rivoluzione scientifica e culturale della nutrigenomica, oltre i pericoli del cibo industriale, gli inganni della scienza ufficiale e i condizionamenti pubblicitari

15,90 €
15,11 € Risparmia 5%
Tempi di consegna: 24-48 ore
Quantity:
Disponibile per l'ordine

Con questo prodotto guadagni 15 punto punti. Potrai convertire i tuoi 15 punti in buono di: 1,65 €.

Il cibo ormai non è più come un tempo e per ottenere le vitamine di un’arancia degli anni ’30 oggi ne dobbiamo consumare 8. Frutta e verdura sono quasi insapori e in ogni alimento troviamo tracce di sostanze tossiche all’origine di molte patologie. Multinazionali onnipotenti stanno utilizzando la genetica per brevettare gli alimenti e impadronirsi del mercato mondiale del cibo, mentre alcuni scienziati denunciano pericolose manipolazioni scientifiche che hanno come unico scopo il massimo profitto. Quasi tutta la mangimistica dei nostri allevamenti è già stata sostituita con prodotti geneticamente modificati e i generi alimentari di eccellenza italiani sono stati contaminati da ciò che mangiano gli animali.

Tuttavia, i ricercatori della nutrigenomica stanno guidando una rivoluzione scientifica e culturale sugli eccezionali effetti di una corretta alimentazione: attivare geni preziosi del nostro DNA, disattivare quelli difettosi, guarire dalle malattie o prevenirle senza medicine. La salute è il bene più prezioso che abbiamo, ed è opportuno conoscere i pericoli del cibo industriale, gli alimenti da evitare e come applicare le nuove scoperte nella vita di tutti i giorni.

 

“Chi controlla il cibo controlla la popolazione”. – Henry Kissinger

Libro

Scheda tecnica

Pagine
400 pp.
Formato
14,5 x 21,5
Tipologia
Brossura
ISBN
9788868202668
Pubblicazione
01/11/2015

Riferimenti Specifici

Voto 

11/01/2016

La mia recensione

Oggi finalmente ho sotto mano il suo nuovo libro. Ho letto tutti i libri del Pizzuti: oltre ad essere indubbiamente un genio, è un investigatore acuto delle cose del mondo, una mente. Pur non condividendo tutte le sue conclusioni e considerazioni (per esempio in "Rivelazioni non autorizzate", Luigi Luzzati a suo tempo favorì l'economia locale, gli artigiani, le piccole imprese, ecc., con la creazione della sua banca cooperativa di soci dipendenti), bisogna ammettere che Egli disvela la stragrande maggioranza degli altarini e delle porcherie perpretate della società mercantile da alcuni secoli a questa parte, oltre a vari segreti di stato che le masse non devono conoscere, giacchè non devono pensare, e spesso non vogliono pensare, essendo sostanzialmente niente altro che docili produttori-consumatori, polli d'allevamento industriale da spennare e macellare vivi.
Ho dato un'occhiata ad alcune pagine della sua nuova opera, e già vedo che me la gusterò con grande piacere.
Consigli all'Autore? Nessuno: non si può instradare un genio; gli faremmo perdere tempo. Critiche: che gli vuoi dire a Marco Pizzuti? E' un vulcano!!! La dimostrazione che l'essere umano è prigioniero di catene invisibili, la prova che l'umanità potrebbe essere capace di cose incredibili e del tutto pacifiche, ma purtroppo da sempre brama di potere e avidità mettono un freno a tutto questo, nell'eterna lotta tra il bene e il male, tra il buio e le tenebre.
Complimenti,
M.L.

Marco Pizzuti

Marco Pizzuti

Marco Pizzuti, romano, ex ufficiale dell’esercito, dottore in Legge, scrittore, conferenziere e ricercatore scientifico, ha lavorato presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato). È uno dei massimi esperti della controinformazione e ha contribuito alla realizzazione di documentari di produzione spagnola (Bitakora Film) e italo-argentina (Sydonia Production). Nel campo della divulgazione scientifica collabora con il Museo dell’Energia e durante il TED di Bologna del 2011 ha stabilito il nuovo record mondiale nella trasmissione di corrente elettrica senza fili direttamente in forma di corrente alternata (senza l’impiego del sistema Witricity), applicando esclusivamente la tecnologia Tesla di fine ‘800. Ha collaborato con il programma “Mistero” (poi “Mistero Adventure”) di Italia Uno, dove ha mostrato alcuni degli esperimenti scientifici più controversi (reazioni nucleari a debole energia, effetto Biefeld-Brown, trasmissione di energia senza fili ecc.). Ha scritto 14 saggi pubblicati in 19 Paesi.